Fiat Tipo Cabrio: la proposta di un’inedita versione “open air” [RENDER]

La hatcback torinese immaginata senza tetto

Fiat Tipo Cabrio: la proposta di un’inedita versione “open air” [RENDER]

Recentemente la Fiat Tipo, con il lancio del restyling, ha arricchito la gamma con l’arrivo della versione “rialzata, la Tipo Cross, ad affiancare le versioni hatchback, berlina e station wagon. In questo modo con la Tipo Fiat riesce ad abbracciare un target di clienti molto amplio, grazie alla sua capacità di intercettare esigenze specifiche di più categorie d’automobilisti.

Fiat Tipo Cabrio

Alla popolosa gamma della Fiat Tipo, che è anche protagonista di un interessante promozione valida fino al 31 gennaio 2021, c’è chi ha voluto aggiungere, almeno nelle proprie intenzioni, un ulteriore variante, più sportiva e dedicata a coloro che amano la guida col vento dei capelli. Parliamo di un’inedita Fiat Tipo Cabrio, realizzata nel render qui sopra che ci viene proposto dalla pagina Instagram Acr Sanaltuning. 

La Tipo hatchback perde il tetto e le porte posteriori

Partendo dalla Fiat Tipo hatchback, in questa particolare versione “aperta” della berlina due volumi del marchio torinese scompare ovviamente il tetto fisso, così come le porte posteriori. Da questa trasformazione degli esterni ne viene fuori una Fiat Tipo Cabrio dall’aspetto sportivo e sbarazzino, con il profilo enfatizzato dalle marcate nervature sulle fiancate e dai passaruota allargati che, con la sparizione del tetto, risultano più evidenti. 

Paraurti posteriore più sportivo

Altro aspetto caratterizzante è l’inclinazione del parabrezza che preserva l’andamento dei montanti anteriori della Tipo hatchback. Le novità più significative della Fiat Tipo Cabrio realizzata in questo progetto digitale si concentrano sul posteriore, con il portellone che si appiattisce ed il mantenimento della stessa configurazione dei fanali. Anche il paraurti posteriore cresce in sportività con l’aggiunta ai lati di prese d’aria aerodinamiche a sviluppo verticale. 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Cesare ha detto:

    È un’idea molto interessante, peccato che i capoccioni di Torino siano disinnamorati di un marchio che ha dato loro un’immensa fortuna…se solo lo volessero, potrebbero diventare protagonisti assoluti nel panorama automobilistico internazionale.

Articoli correlati