Fiat Ulysse 2022: arriva nel primo trimestre, anche elettrica

L'autonomia per la versione a zero emissioni sarà di oltre 300 km

Fiat Ulysse 2022: arriva nel primo trimestre, anche elettrica

Si avvicina il ritorno della Fiat Ulysse. La monovolume fu venduta tra il 1994 ed il 2010, per poi uscire dal listino del marchio italiano, vista la crescita impetuosa di SUV e crossover. Come annunciato a fine ottobre, però, ora Stellantis farà rivivere questo modello, sia in versione endotermica che 100% elettrica.

Le caratteristiche

La nuova Ulysse sarà basata sulla piattaforma EMP2 del Gruppo Stellantis, lo stesso delle corrispondenti monovolumi dell’ex Gruppo PSA, e sarà disponibile con varie configurazioni dell’abitacolo, da 5 a 9 posti. Il veicolo sarà praticamente identico al nuovo Scudo, però come autovettura M1 e, quindi, per passeggeri.

Aspettando la presentazione ufficiale, per avere tutti i dettagli, il nuovo modello proporrà tanto spazio e tecnologia all’interno dell’abitacolo, dove è atteso un sistema di infotainment di ultima generazione. Con la possibilità di intrattenere anche i passeggeri nelle file posteriori. Oltre ad una nutrita schiera di ADAS.

I motori

Il Gruppo Stellantis ha già annunciato l’arrivo del nuovo Ulysse sia in versione endotermica che 100% elettrica. Probabile si punti su propulsori diesel per chi vuole un motore classico, mentre la versione a zero emissione dovrebbe venir proposta con il motore elettrico da 136 cavalli, con autonomia fino ad oltre 300 chilometri.

Uscita

La nuova Fiat Ulysse arriverà sul mercato entro il primo trimestre 2022, molto probabilmente nel mese di marzo. Probabile, qualche settimana prima del lancio, arrivi la presentazione ufficiale, con tutti i dettagli estetici, tecnologici e tecnici della nuova edizione della monovolume, oltre a svelare anche i prezzi.

Rate this post

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati