Pastiglie freni: quando, perché e come sostituirle

Conoscere e capire uno dei componenti più importanti dell’auto

Le pastiglie dei freni delle nostre auto sono uno dei componenti più nominati quando avvertiamo un problema durante la guida. Vi sarà sicuramente capitato, soprattutto se il vostro veicolo ha qualche anno o qualche decina di migliaia di chilometri sulle spalle, di sentire un fastidioso fischio e magari un amico o un parente dire “sono le pastiglie”. Ma cosa sono le pastiglie, che nonostante il nome non assomigliano nemmeno lontanamente a quelle per il mal di testa? Come funzionano? Come faccio a capire che è ora di cambiarle? Proviamo a fare chiarezza.

Quando sono da cambiare le pastiglie dei freni?

Partiamo con il capire “che cosa siano” le pastiglie dei freni. Sono uno dei due componenti dei freni a disco, con quest’ultimo a lavorare in coppia con loro. Si tratta di placche metalliche lunghe qualche decina di centimetri, posizionate su entrambi i lati del disco tramite le pinze e composte da un corpo di metallo più una lamina di un diverso materiale a diretto contatto con il disco. Quando spingiamo il pedale, azioniamo un meccanismo che porta il liquido del sistema frenante alle pinze, le quali si stringono così intorno al disco, portando la “mescola” delle pastiglie a contatto dello stesso. Tutti gli elementi che abbiamo appena nominato, ovvero il liquido freni, il disco e le pastiglie, sono sottoposti a usura e quindi prima o poi saranno da sostituire. Ma quindi, tornando al nostro discorso iniziale, come possiamo capire quando è giunto il momento?
Molte vetture moderne sono dotate di una spia che ci avverte, ma in linea generale le pinze sarebbero quanto meno da verificare ogni 30/40.000 km di utilizzo. Si tratta di stime, in quanto lo stile di guida e il luogo in cui si usa la vettura possono avere una grandissima influenza sul consumo. Avendo l’attrezzatura necessaria sarebbe anche possibile verificare e sostituire autonomamente, ma in occasione del tagliando qualsiasi meccanico sarà in grado di dirvi se sia necessario cambiare o meno. Abbiamo prima citato il “fischio”, che può essere uno dei sintomi di pastiglie usurate (anche se non è detto che sia per forza questo il motivo), ma anche un pedale più molle dovrebbe metterci in allarme. Nel caso si senta un rumore metallico provenire dalle ruote o comunque un suono fastidioso e imponente, allora la necessità di correre dal meccanico diventa ancora più impellente. In generale le prime avvisaglie non indicano un problema grave e non è necessario farsi prendere dal panico, ma al tempo stesso non conviene aspettare troppo tempo prima di fare una verifica.

Non tutte le pastiglie sono uguali

Naturalmente non tutte le pastiglie sono uguali e offrono le stesse prestazioni. È la solita vecchia diatriba tra il puntare verso gli accessori di marca, magari pagandoli leggermente di più ma mantenendoli per un periodo di tempo più lungo, oppure prediligere case meno prestigiose, scegliendo però allo stesso tempo una durata e delle prestazioni di livello inferiore. Ognuno deve fare la sua scelta, ma il comparto frenante di una vettura non è sicuramente un aspetto da trascurare per la sicurezza. Ce lo spiega più nel dettaglio Stefano Tagini, Area Manager Nord Italia di Continental Automotive Trading Italia, nell’intervista esclusiva che trovate in apertura.

5/5 - (1 vote)

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati