Grecia, Porsche si schianta a folle velocità su auto in sosta: quattro morti [VIDEO]

L'impatto è stato violentissimo

Incidente stradale - Un terrificante incidente, filmato dalle telecamere di sicurezza, è avvenuto sull'autostrada greca A1. Il conducente di una Porsche, forse per l'asfalto bagnato, ha perso il controllo e si è schiantato su un'auto in sosta uccidendo una donna di 33 anni e suo figlio di 3 che si trovavano nella vettura.
Grecia, Porsche si schianta a folle velocità su auto in sosta: quattro morti [VIDEO]

Un terribile incidente, con un tragico bilancio di quattro morti, è avvenuto in Grecia sull’autostrada A1 a circa 80 chilometri da Atene. Protagonista è una Porsche che è uscita di strada ad altissima velocità sull’asfalto bagnato andandosi a schiantare su un’auto parcheggiata in un’area di sosta dell’autostrada. 

L’impatto è stato terrificante, provocando una violenta esplosione e il divampare delle fiamme, senza lasciare scampo ai due occupanti della Porsche cosi come alle due persone, madre e figlio di 33 e 3 anni, che si trovavano a bordo della Honda Civic nell’area di sosta. Al volante della sportiva tedesca c’era George Vakakis, 24 anni, figlio di un noto uomo d’affari greco. Il conducente è morto così come la persona che era con lui e sedeva sul sedile passeggero, probabilmente senza cintura di sicurezza visto che è stato sbalzato fuori dalla vettura.

A rendere la tragedia ancora più grande è stato l’impatto della Porsche sulla Honda in sosta nella quale madre e figlio attendevano l’arrivo del marito della donna e padre del bambino che era sceso per andare nel bagno dell’area di servizio. Lo scioccante incidente è stato filmato da una delle telecamere di sicurezza presenti in quel tratto d’autostrada.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati