Il fallimento di MG Rover ora sotto inchiesta per frode

Il fallimento di MG Rover ora sotto inchiesta per frode

Il mistero intorno al fallimento di MG Rover potrà forse essere risolto dall’Ufficio Anti-Frode Britannico (SFO), che sta considerando la possibilità di aprire un’inchiesta penale sul fatto. Secondo il Ministro delle Attività Produttive Peter Mandelson “C’è un’indagine in corso sugli eventi che hanno condotto la compagnia al fallimento, alla perdita dei posti di lavoro degli operai, e al mancato pagamento dei creditori. Lo SFO deve ora accertare se vi siano i presupposti per l’azione penale”. La notizia di un’indagine per una possibile frode segue un lungo e dettagliato rapporto del governo che si sofferma sulle circostanze inerenti al fallimento della compagnia. Sebbene il rapporto sia stato completato il mese scorso, il governo non lo rilascerà fino ache lo SFO non avrà completato ogni possibile indagine.

Rover è fallita nel 2005, sotto il controllo di un gruppo di dirigenti conosciuti come i “Phoenix Four”. In un’intervista alla BBC, il portavoce dei dirigenti, Ramsay Smith, ha dichiarato che l’indagine è priva di fondamento. Ha aggiungo che “Sempre, durante i quattro anni passati, i direttori di MG Rover hanno collaborato fattivamente con gli ispettori incaricati di compiere gli accertamenti, assecondando con buona volontà ogni loro azione. Ora sembra piuttosto sorprendente che la gente, e i politici in particolare, stiano ancora questionando e addirittura preparando un’ulteriore indagine su qualcosa che è avvenuto quattro anni fa; ci vogliono 16 milioni di sterline dei contribuenti per mettere in scena questo nuovo atto”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati