Jeep: torna lo spot con Bruce Springsteen, il ‘Boss’ non guidava ubriaco

Il tasso alcolemico era inferiore ai limiti di legge

Jeep: torna lo spot con Bruce Springsteen, il ‘Boss’ non guidava ubriaco

Lo spot Jeep con Bruce Springsteen, trasmesso per la prima volta lo scorso 7 febbraio durante il Super Bowl 2021, torna online. Il marchio del gruppo Stellantis aveva oscurato il filmato pubblicitario un paio di settimane fa, per le notizie relative all’arresto del ‘Boss’ per guida in stato d’ebbrezza. Ma ora le accuse, a fine indagini, sono cadute.

Un tasso alcolemico nei limiti di legge

La CNN, infatti, ha riportato che Springsteen ha ammesso davanti alla Corte Federale di aver bevuto un paio di ‘shot’ di tequila, prima di mettersi alla guida della moto. Ed il rilevamento del tasso acolemico ha confermato questa dichiarazione, visto il risultato dello 0,02%. Con un limite di legge nello stato del New Jersey pari a 0,08%.

Inoltre, il ‘Boss’ ha una ‘fedina’ automobilistica quasi completamente pulita, visto che si è visto recapitare solamente tre multe da quando ha conseguito la patente, nel 1973. Tornando alla situazione attuale, ha dovuto comunque pagare una multa di 540 dollari per aver bevuto alcool all’interno del parco Gateway National Recreation Area, dove non è consentito.

Lo spot è tornato online

Risolta la questione legata allo stato d’ebbrezza, dunque, Jeep ha rimesso online il video pubblicitario sul proprio canale YouTube. Si è trattato della prima volta in assoluto che il “Boss” ha preso parte a un messaggio pubblicitario, nel quale viene lanciato un messaggio di unità per gli Stati Uniti in un momento storico di forte divisione politica.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati