Koenigsegg Regera: nuovo look e pacchetto aerodinamico aggiuntivo [FOTO]

Livrea in grigio chiaro e fibra di carbonio

Koenigsegg Regera - Koenigsegg ci mostra una nuova configurazione estetica della Regera, realizzata secondo i gusti di Mattias Vox, direttore prototipi del marchio svedese. La supercar da 1.500 CV, arricchita da un inedito pacchetto aerodinamico, è caratterizza dalla livrea in grigio chiaro e fibra di carbonio, mentre gli interni mescolano il bianco e il marrone.

In attesa di consegnare i primi esemplari della Koenigsegg Regera, la nuova supercar da oltre 1.500 CV, il costruttore svedese ci propone la prima di una serie di nuove configurazioni estetiche scelte dai dipendenti di Koenigsegg.

La proposta del look che vediamo in queste foto è quella scelta dal direttore prototipi di Koenigsegg, Mattias Vox, che ha optato per un aspetto sobrio e meno audace rispetto alle Regera viste finora, caratterizzate da tinte forti come il viola scuro, il bordeaux e il nero.

La Regera configurata da Vox ha una livrea in grigio chiaro con una larga fascia in fibra di carbonio (incorniciata da sottili strisce bianche) che corre lungo tutta la lunghezza della vettura, comprendendo il cofano anteriore e il tetto. Per quanto riguarda invece gli interni della hypercar svedese Vox ha scelto una combinazione cromatica di marrone e bianco che colora i rivestimenti, arricchita da inserti e finiture in alluminio e fibra di carbonio.

La nuova configurazione estetica della Regera è anche l’occasione per mostrare per la prima volta un nuovo pacchetto aerodinamico che arricchisce la supercar svedese con alcuni nuovi componenti come le alette supplementari e prese d’aria aggiuntive studiate per incrementare ulteriormente le già straordinarie performance della Regera.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati