Le TOP 5 truffe più comuni da evitare quando si acquista un’auto

Ecco il report di carVertical

Le TOP 5 truffe più comuni da evitare quando si acquista un’auto

Ci sono così tante auto diverse in giro che si possono acquistare o che possiamo fare nostre tramite le molteplici proposte di leasing e di finanziamenti, ma la truffa è dietro l’angolo. Come difendersi? Con la prevenzione. Secondo carVertical, l’acquisto di una vettura può nascondere diversi inganni, che spesso si traducono in manutenzioni non previste e costi di riparazione elevati.

Fonte dei dati: questa ricerca sulle truffe più comuni ai danni delle auto usate è stata condotta da carVertical, la piattaforma di ricerca specializzata nelle cronologie delle auto. carVertical raccoglie una grande quantità di informazioni sulle singole auto, inclusi i dati provenienti dai registri nazionali e privati, da vari database, compagnie di assicurazione e banche dati di veicoli rubati in molti paesi. Tutte queste fonti sono state utilizzate nel presente studio. carVertical ha analizzato i report sulla storia dell’auto da aprile 2020 ad aprile 2021 e sono stati analizzati più di 1 milione di report sulla storia dell’auto. Lo studio è stato condotto utilizzando i dati di Croazia, Repubblica Ceca, Bulgaria, Ungheria, Estonia, Finlandia, Francia, Belgio, Bielorussia, Germania, Italia, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania, Russia, Ucraina, Serbia, Slovacchia, Slovenia e Svezia.

Di seguito le truffe più comuni

  1. L’auto è danneggiata

carVertical ha rilevato che quasi un terzo (31%) di tutte le auto controllate attraverso la propria piattaforma aveva subito danni precedentemente il nuovo acquisto. Alcuni truffatori cercano di nascondere vecchi danni e quindi i clienti devono ispezionare il veicolo da vicino per rilevare spazi, tagli, graffi poco visibili.

  1. Chilometraggio manomesso

Nella ricerca di carVertical, un sesto dei veicoli (16,7%) aveva fatto manomettere il proprio chilometraggio. Le auto diesel hanno molte più probabilità di subire frodi sul chilometraggio. La correzione del contachilometri è una procedura economica nel mercato nero, ma può gonfiare il valore di un’auto del 25%. Le auto che hanno subito il ripristino del chilometraggio possono essere facilmente identificate. Se i sedili, il volante o la leva del cambio appaiono usurati, ma il chilometraggio è insolitamente basso, gli acquirenti dovrebbero insospettirsi.

  1. L’auto è stata rubata

carVertical ha identificato diverse centinaia di auto rubate. Purtroppo è difficile sapere se una vettura è stata precedentemente rubata, con il pericolo che possa essere confiscata al nuovo proprietario dopo l’acquisto.

  1. L’auto era un taxi o un’auto a noleggio

Alcuni conducenti non sono a conoscenza del fatto che, in precedenza, il loro veicolo era un taxi o un’auto a noleggio con il pericolo di avere tra le mani una vettura già molto usurata con molti chilometri. Anche qui è consigliabile analizzare l’usura estetica della vettura se non si ha tra le mani un report storico.

  1. Il prezzo dell’auto è troppo basso

Se il prezzo sembra troppo basso per essere vero, bisognerebbe compiere ulteriori indagini, per esempio confrontare l’auto in questione con auto simili in altri mercati di auto usate. Un prezzo basso non è necessariamente una truffa. 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati