Lotus Emira GT4: la nuova auto da corsa della Casa di Hethel [FOTO]

È l'ultimo modello Lotus da competizione non elettrico

A due mesi di distanza dalla presentazione ufficiale della nuova sportiva Emira, Lotus presenta la versione da corsa GT4 che è stata sviluppata in collaborazione con RML Group. La Casa britannica costruirà un numero limitato di esemplari della Lotus Emira GT4 per la stagione 2022 del motorsport, prevedendo di aumentare la produzione per il 2023.

L’Emira GT4 raccoglierà l’eredità della Evora GT4 che ha avuto una carriera agonistica di successo collezionando diverse vittorie e campionati tra cui British GT, 24 Ore di Dubai, 24 Ore di Barcellona, European GT, 12 Ore di Sepang e Pirelli World Challenge. 

Motore V6 3.5 da 405 CV, cambio Xtrac a 6 rapporti

La Lotus Emira GT4 si basa sulla versione stradale della nuova sportiva, ma si arricchisce di una serie di componenti ed elementi specifici per gli sport motoristici che soddisfano le più recenti normative di sicurezza. Sotto il cofano della vettura da corsa c’è il motore V6 di Toyota da 3.5 litri che sviluppa 405 CV di potenza a 7.200 giri al minuto grazie a un compressore Harrop TVS 1900. La Emira GT4 è dotata di trazione posteriore, cambio xTrac a 6 marce con leve del cambio al volante e differenziale elettronico a slittamento limitato. 

Quasi 150 kg in meno rispetto alla Emira stradale

Le sospensioni sono a doppi bracci trasversali anteriore/posteriore con ammortizzatori a spirale Öhlins e barre antirollio. L’impianto frenante è dotato di dischi e pinze freno Alcon. La configurazione della Emira GT4 è maggiormente mirata ad esaltare le prestazioni in pista rispetto al modello stradale, così come l’alleggerimento del peso: 1.260 kg a secco rispetto ai 1.405 kg della versione di serie. Anche l’aerodinamica è stata rivista con la Emira GT4 capace di produrre un maggiore carico aerodinamico della Emira. 

Grande alettone sulla coda e appendici aerodinamiche

Venendo al design, l’Emira GT4 mantiene il telaio in alluminio e la carrozzeria in materiale composito della vettura di serie, ma propone un splitter anteriore più pronunciato, nuove griglie per le prese d’aria ed un generoso alettone posteriore fisso. A contribuire all’aspetto più cattivo della sportiva inglese ci sono anche la livrea racing in verde e nero, oltre ai nuovi cerchi da 18 pollici che montano pneumatici Pirelli GT4. 

Interni tipici da auto per la pista

Lotus non ha rilasciato per il momento alcuna immagine degli interni che probabilmente hanno un aspetto spartano, e che comprende un cruscotto firmato Motec con sistema di telemetria e registrazioni dati, oltre ad un avvolgente sedile da corsa. L’equipaggiamento di sicurezza prevede la presenza di gabbia roll-bar conforme alle normative FIA, cinture di sicurezza a sei punti ed estintore. C’è anche un serbatoio del carburante da 96 litri omologato FIA che consentirà di aumentare l’autonomia in pista tra un pit-stop e l’altro. 

Debutto a Hethel entro fine 2021

La Lotus Emira GT4 farà il suo debutto ufficiale entro la fine dell’anno nel corso di un evento interno sul circuito di prova di Hethel. Sarà di certo un modello particolarmente desiderato dai fan di Lotus, dato che l’Emira GT4 sarà l’ultima auto da corsa di Lotus con motore endotermico prima del passaggio all’alimentazione completamente elettrica. 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati