MASERATI MC20: la PROVA SU STRADA della supercar da 630 CV [VIDEO]

Ecco come va in pista e su strada con il 3.0 litri V6 da 0-100 km/h in 2,9 secondi e 325 km/h di velocità massima

Se già dalle prime foto rilasciate da Maserati la sua MC20 ancora camuffata ispirava passione posso garantirvi che dal vivo la Maserati MC20 è una supercar piena di fascino e classe; tanto da lasciare senza fiato. È semplicemente bellissima. Sarà un commento banale ma spontaneo esattamente come quando ti trovi al cospetto di un’opera d’arte o paesaggio naturale mozzafiato. Lei fa questo effetto, catalizza gli sguardi senza esasperare le sue forme che sono pulite e di nobile lignaggio. Uno stile italiano che, con quel frontale, mi catapulta indietro nel tempo alla vincente Maserati MC12. Ora la storia è diversa e si parla di modello di grande serie e non più di una serie limitata per clienti collezionisti.

Design MC20

Per essere una supersportiva elegante, sportiva, efficiente e leggera il lavoro dei tecnici e designer di Maserati è stato condotto a quattro mani su ogni centimetro di carrozzeria con tanto di fondo carenato da vera auto da corsa che le regala una deportanza di 100 kg generata a 200 km/h. Le sue forme pulite e non urlate nascondono una attentissima aerodinamica sottopelle curata nella galleria del vento della Dallara. Così risulta essere efficace come una supersportiva ma lussuosa e premium come una GT Maserati. Missione compiuta perché la MC20 è così: un’auto polivalente sia nell’aspetto sia nella guida.

Interni racing

L’abitacolo è un mix tra sportività ed eleganza grazie a materiali nobili come pelle, Alcantara, alluminio e fibra di carbonio a vista. I sedili Sabelt corsaioli sono contenitivi e inaspettatamente comodi; completamente gestibili tramite comando elettrico. Il display centrale misura 10,3 pollici, racchiude tutte le funzioni dell’infotainment e del clima bizona e adotta il sistema operativo Android Automotive che si aggiorna via internet e permette alcuni controlli da remoto dell’auto. Purtroppo è collocato troppo in basso e può distrarre alla guida distogliendo lo sguardo dalla strada. Display sempre da 10,3 pollici anche per il cruscotto digitale che in base alla modalità di guida scelta cambia per stile e contenuti. Il volante ricorda quello dell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio ed essendo uno dei migliori sterzi presenti sul mercato non può essere un difetto. Certo che le leve in plastica grezza per comando luci e tergicristallo stonano con la cura e ricerca di raffinatezza di tutto l’abitacolo. L’apertura porte ad ali di farfalla permette una ottima accessibilità aiutata anche dal brancardo rastremato.

Dimensioni MC20

Le dimensioni della Maserati MC20 sono importanti con una lunghezza di 4,67 metri, una larghezza di 1,97 e una altezza di appena 1,22 metri. Il passo di 2,70 metri conferma l’ottima abitabilità per le 2 persone in abitacolo che potranno sfruttare la capienza di 150 litri totali dei due vani porta bagagli (100+50). Il tutto con un peso in ordine di marcia di 1500 kg.

Il motore Nettuno

Al posteriore in posizione centrale c’è il motore Nettuno protetto da un pannello in policarbonato che ha stilizzati con gli sfoghi d’aria il simbolo del Tridente. Si tratta di un 3.0 litri V6 biturbo che eroga 630 CV e 730 Nm di coppia. Si distingue per l’accensione a precamera come nelle Fomula 1 moderne e per due iniettori e due candele per ogni cilindro. Un brevetto registrato da Maserati. Con il rapporto di 210 CV/litro tiene testa ai più performanti V8 e V10 della concorrenza e pesa soltanto 220 kg essendo compatto così da essere posizionato molto in basso per un ottimale bilanciamento dei pesi e baricentro. Un gioiello tutto Made in Modena come tutta l’auto che è stata disegnata, sviluppata e assemblata in una linea unica dedicata nello stabilimento Maserati di Viale Ciro Menotti.

Come va su strada e in pista

La Maserati MC20 ha diversi plus rispetto alle dirette competitor. È una supercar comoda grazie ad un abitacolo molto spazioso a cui non è difficile accedere. La visibilità anteriore è ottimale e si capiscono subito le proporzioni dell’auto. Sembra davvero di guidare un’auto dalle dimensioni e peso molto più contenute. Le sospensioni a controllo elettronico fanno un lavoro eccelso sia quando si incontra un asfalto imperfetto sia quando si punta la corda del cordolo in pista. Pochissimo il rollio e praticamente nullo il beccheggio. Sono 5 le modalità di guida disponibili agendo sul rotore nel tunnel centrale: GT, Sport, Corsa, ESC off e Wet con la possibilità di disaccoppiare gli ammortizzatori a controllo elettronico agendo sul pulsante nel centro del rotore. Così possiamo cucirci addosso la Maserati MC20 rispetto allo scenario affrontato. Il cambio automatico Dual Clutch a 8 rapporti vede 6 marce di potenza e 2 di overdrive. È molto veloce e silenzioso; forse troppo per un’auto capace di 325 km/h di velocità massima e accelerazione da 0-100 km/h in 2,9 secondi. Però per creare una supercar “totale” da utilizzare tutti i giorni che debba infastidire sia la Porsche 911 sia le varie McLaren questa può essere la scelta giusta. Il V6 Nettuno dialoga perfettamente con cambio e sterzo regalando una dinamica di guida esemplare: è precisa con l’avantreno sempre con il giusto carico ma lo sterzo leggero non mette mai in difficoltà perché comunica progressivamente le reazioni dell’auto. Certo che una volta superati i 5.000 giri e raggiunti gli 8.000 il sound si fa più cupo e la potenza viene scaricata a terra dalle sole ruote posteriori. È agile e veloce in curva con il differenziale autobloccante elettronico a variazione continua. Nonostante sia a tutti gli effetti un “mostro” da pista non mette mai in difficoltà così da avere il tempo necessario di correggere un errore fatto per esempio in impostazione di curva o frenata. Ecco qui la polivalenza e le due anime della Maserati MC20. Una comoda GT in strada e un’auto da corsa in pista.

MC20 – Prezzo di listino

Un’auto di serie ma il prezzo di listino rimane comunque per pochi con un attacco a 216.432 euro. Prezzo base a cui va aggiunto quello del colore che va dal più economico grigio Mistero di 4.880 euro al più costoso rosso Vincente di 14.640 euro. Esattamente: gli optional possono incidere molto sul prezzo visto che il solo “pacchetto carbonio” costa 39.040 euro.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati