Mazda MX-30 2021 | Com’è & Come Va

La prova su strada ed i consumi del SUV elettrico

Anche in questo torrido sabato di metà agosto noi ci siamo e vi proponiamo una nuova puntata del nostro ‘Com’è e Come va’: ci occupiamo della Mazda MX-30, cioè il primo modello 100% elettrico del marchio giapponese. Con tanti elementi distintivi a livello estetico e nei contenuti ed un’autonomia dichiarata di 200 chilometri.

Design e dimensioni

Il SUV giapponese riprende gli stilemi del Kodo Design tipici di Mazda, nella sua ultima versione. Il frontale propone la nuova calandra, con il logo al centro ed i fari a LED allungati. Ridotte le prese d’aria, come tipicamente per le vetture elettriche, mentre la fiancata mostra una linea pulita ed un tetto discendente in stile coupé. Passando al posteriore, le lenti esterne dei gruppi ottici adottano un design che segue la forma dell’alloggiamento delle luci, per evidenziarne la tridimensionalità.

Una delle caratteristiche distintive di questo modello è l’apertura delle portiere posteriori controvento, senza maniglie. Non c’è il montante B, potendo così garantire un accesso facilitato nell’abitacolo, però le portiere posteriori si aprono solamente se sono già aperte quelle anteriori. Chiudiamo con le dimensioni: la Mazda MX-30 è lunga 4,39 metri, con un’altezza di 1,56 metri, una larghezza di 1,80 metri ed un passo di 2,65 metri. Il bagagliaio ha una capienza di 341 litri, che può essere ampliato fino a 1.406 litri abbattendo i sedili posteriori, con una buona soglia di carico.

Interni e tecnologia

Entrando all’interno dell’abitacolo troviamo ambiente di alto livello, con finiture premium e materiali di qualità e sempre morbidi al tatto, realizzati con materiali in buona parte riciclabili, come il sughero su alcuni elementi del tunnel centrale e nelle impugnature delle porte. Il nostro allestimento propone gli interni Modern Confidence, con similpelle bianca e tessuto dai toni melange, abbinate alle cuciture arancione dei sedili. Quest’ultimi sono comodi e permettono di effettuare spostamenti anche più lunghi, senza affaticarci.

Inedita è anche la consolle centrale, dove troviamo il display touchscreen da 7 pollici per gestire il condizionatore, la leva del cambio e la manopola per comandare il sistema di infotainment, leggermente orientato verso il conducente. Quest’ultimo è il Mazda Connect di ultima generazione, con il display centrale da 8,8 pollici sulla plancia, con compatibilità per gli smartphone tramite Apple CarPlay e Android Auto. Come per gli altri modelli del marchio giapponese, non è touchscreen e serve la manopola nel tunnel centrale (o i quattro tasti ‘rapidi’) per gestirlo.

La prova su strada

Entriamo ora nella parte più importante del nostro Com’è&Come va, cioè le nostre sensazioni di guida della Mazda MX-30. Il SUV elettrico del marchio giapponese è spinto dal motore elettrico sincrono e-Skyactiv da 145 cavalli e 270 Nm di coppia massima, accoppiato alla batteria agli ioni di litio da 35,5 kWh. Una capienza ridotta, rispetto alla concorrenza. Al volante della MX-30 sembra di guidare un po’ sul velluto, vista la silenziosità del motore elettrico e l’ottimo lavoro delle sospensioni, anche quando si incontrano dossi o sconnessioni. La posizione rialzata permette una visibilità buona davanti, mentre dietro paga un po’ lo stile da coupé, anche se ci sono telecamera a 360° e sensori ad aiutarci nelle manovre.

A differenza delle ‘colleghe’ elettriche, la Mazda MX-30 non propone la classica immediata e brusca accelerazione, avendo la coppia subito a disposizione, ma un’accelerazione molto più costante e lineare. Non che sia ferma, quando serve accelerare per superare un incrocio o un ostacolo, ma è il comfort il suo target e riesce molto bene ad ottenerlo. Ah, c’è anche un po’ di sound del motore: è ovviamente artificiale, ma permette di non essere nel completo silenzio. Infine, non manca la frenata rigenerativa: può essere regolabile su cinque livelli, attraverso i paddle.

Autonomia e ricarica

Un tema caldissimo è quello dell’autonomia ed il marchio giapponese ha dichiarato 200 chilometri di percorrenza nel ciclo WLTP nel ciclo combinato. Un valore abbastanza realistico restando solamente in città. Se affrontiamo, invece, un percorso misto o con tratti di tangenziale o autostrada, si riduce l’autonomia ed arriva a circa 170 chilometri. Un’autonomia un po’ limitata, considerando anche una vettura che, per comfort a bordo e spazio di carico, potrebbe essere tranquillamente anche adatta ad una famiglia per andare a fare qualche gita fuoriporta o in vacanza.

Per quanto riguarda la ricarica, la Mazda MX-30 può essere caricata tramite una classica presa di corrente, una wallbox o ad una colonnina di ricarica rapida. La batteria si può caricare dal 20% all’80% in circa 3 ore utilizzando l’alimentazione in corrente alternata, o in circa 36 minuti con quella in corrente continua.

Allestimenti e ADAS

Il SUV elettrico del marchio giapponese è disponibile con tre allestimenti: Executive, Exceed ed Exclusive. Il primo è già piuttosto ricco e comprende cerchi in lega 18”, fari anteriori e posteriori a LED, volante rivestito in pelle, climatizzatore automatico, sistema di infotainment Mazda Connect con schermo da 8,8 pollici, head up display e navigatore. Il nostro allestimento era il top di gamma, con l’aggiunta di tetto apribile, rivestimenti interni ‘Modern Confidence’, sedili e volante riscaldabili, Smart Key e impianto audio Bose.

Per quanto riguarda i sistemi di assistenza alla guida, sono quasi tutti già di serie: dalla frenata automatica d’emergenza con riconoscimento pedoni al sistema di mantenimento della corsia, passando per il Cruise Control Adattivo, il riconoscimento dei segnali stradali e l’assistenza della partenza in salita. Presenti anche videocamera posteriore e sensori anteriori e posteriori.

Prezzi

La Mazda MX-30 ha un prezzo di partenza di 34.900 euro per l’allestimento d’ingresso Executive, sale a 37.600 euro per l’Exceed, mentre la ‘nostra’ Exclusive ha un costo di 39.350 euro. Al momento, non sono disponibili altre soluzioni per batteria e motore.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Qualità all'interno, accesso e comfort al volanteAutonomia limitata, abitabilità posteriore e schermo non touch

Mazda MX-30: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★½ 
Ripresa:★★★★½ 
Frenata:★★★★☆ 
Sterzo:★★★★½ 
Tenuta di Strada:★★★★½ 
Comfort:★★★★½ 
Posizione di guida:★★★★½ 
Dotazione:★★★★½ 
Qualità/Prezzo:★★★½☆ 
Design:★★★★☆ 
Consumi:★★☆☆☆ 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • MXer ha detto:

    Bellezza e qualità indiscutibili. Una seconda auto favolosa e che davvero rispetta l’ambiente, rinunciando oggi a mega batterie anti ecologiche, con la possibilità di swapparle in futuro, quando saranno molto più efficienti e cheap. Detto da Mazda. Per chi ama il silenzio totale, il sound del motore ( finto) è disattivabile. Poi si guida una nuvola..

Articoli correlati