Mercedes EQG sarà pioniere delle nuove batterie a lungo raggio

Il debutto del modello di serie è previsto nel 2025

Mercedes EQG sarà pioniere delle nuove batterie a lungo raggio

Il futuro Mercedes EQG 100% elettrico è destinato a diventare il primo veicolo a zero emissioni della casa automobilistica tedesca a ricevere una nuova batteria ad alto contenuto di silicio. Questa permetterà di aumentare l’autonomia senza accrescere la capacità e di conseguenza le dimensioni.

Addetti ai lavori hanno confermato ad Autocar che il fuoristrada elettrico, il cui debutto è previsto nel 2025, è stato testato in primo luogo con le batterie del concept EQXX. La nuova batteria è stata sviluppata in collaborazione con Sila Nanotechnologies, una società statunitense.

Propone un anodo di silicio che, in combinazione con altri cambiamenti chimici delle celle, contribuisce a un aumento del 20/40% della densità energetica a oltre 800 Wh/l a livello di cella rispetto alle batterie impiegate negli attuali modelli della gamma EQ, che dispongono di anodi di grafite usati più comunemente.

La Stella di Stoccarda afferma che la nuova chimica delle celle permette di immagazzinare più energia in un determinato spazio rispetto a quanto avviene ora. In questo modo sarà possibile ampliare l’autonomia dei futuri modelli senza utilizzare batterie più capienti.

La batteria usata sulla Mercedes EQXX si dice che proponga una capacità di 100 kWh rispetto a quelle da 90 e 107,8 kWh presenti sulla top di gamma EQS. Inoltre, il peso della batteria della EQXX sarebbe di 495 kg.

Alla base dovrebbe esserci una versione modificata dell’attuale piattaforma

Sappiamo che il futuro Mercedes EQG dovrebbe usare una versione modificata del telaio dell’attuale Mercedes Classe G, il quale sarebbe stato completamente rielaborato per supportare il peso extra della batteria.

Avrà quattro motori elettrici (due anteriori e due posteriori), ciascuno con un proprio cambio a rapporto fisso. Infine, Mercedes starebbe sviluppando un software per dare ai motori la possibilità di simulare l’effetto di tre differenziali con bloccaggio presenti sul Classe G.

Rate this post
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Array
(
)