Milano: rubavano parti di auto premium per spedirle in Moldavia tramite autobus di linea

Oltre 35 furti messi a segno da novembre 2020, 5 uomini della Moldavia con sede a Corsico

Milano: rubavano parti di auto premium per spedirle in Moldavia tramite autobus di linea

Questo il modus operandi di una vera e propria organizzazione del crimine localizzata nel nord Italia, tra le provincie di Milano, Pavia, Lodi, Como, Varese e Monza Brianza, accusata di furto, ricettazione e riciclaggio di denaro. Un gruppo di 5 uomini provenienti dalla Moldavia, arrestati il 23 aprile da un comando dei Carabinieri di Corsico (MI) sono ora sottoposti a stato di fermo e accusati di svariati reati. 

Rubavano in Italia per spedire i ricambi in Moldavia

Le forze dell’ordine hanno arrestato una squadra di 5 uomini di nazionalità Moldava, ritenuti responsabili di svariate decine di furti di componentistica e ricambi di auto particolarmente costose (Audi, BMW, Mercedes, Porsche, ecc) nella zona del centro-nord Italia. La banda aveva sede a Corsico, un comune alle porte di Milano in un appartamento gestito da una connazionale. Le indagini sono state condotte con altre squadre dei carabinieri dell’hinterland milanese, in modo congiunto anche tramite intercettazioni e appostamenti, portate avanti negli ultimi mesi. 

Il loro bottino preferito erano fari Full-Led Matrix, cerchi in lega, paraurti specifici ma anche volanti, schermi dell’infotainment e componentistica degli interni. La loro “battuta di caccia” iniziava in tarda serata, spostandosi verso le zone selezionate tramite vetture rubate a cui apponevano altre targhe, relative ad auto demolite o rubate anch’esse. La ronda continuava fino alle prime ore del mattino seguente, quando facevano ritorno a Corsico, ma la refurtiva veniva prima nascosta in aree boschive nei pressi del comune milanese. Una volta a settimana, le parti rubate venivano spedite in Moldavia tramite Autobus di linea in partenza da via Tertulliano a Milano.

L’arresto 

Le indagini andavano avanti ormai da mesi, con svariati sequestri di componenti nelle ore serali e in altre località come Abbiategrasso e Cassinetta di Lugagnano. Tre indiziati erano stati fermati nel mese di Marzo durante un controllo nelle aree limitrofe a Corsico. Un altro importante recupero di materiale è avvenuto proprio il 23 aprile, prima che gli autobus di linea partissero alla volta del confine. Complessivamente si riscontrano oltre 35 fatti criminosi ai danni di auto private e non, nel periodo tra Novembre 2020 e Aprile 2021. Gli arrestati sono stati portati in questi giorni al carcere di San Vittore a Milano. 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati