Nuova BMW Serie 5: gamma con 25 varianti tra mild-hybrid e ibride plug-in [FOTO]

Tecnologia elettrificata disponibile su berlina e Touring

La nuova BMW Serie 5 consolida la sua posizione nella categoria premium grazie alle consuete caratteristiche di sportività, eleganza ed efficienza. Su quest’ultimo punto un contributo fondamentale all’abbattimento di consumi ed emissioni inquinanti arriva dalla pervasiva introduzione in gamma dell’elettrificazione, che si concretizza attraverso le motorizzazioni mild-hybrid, che sono ben venti quelle disponibili, e quelle ibride plug-in, cinque in tutto.

Così come la nuova BMW Serie 5 berlina, anche la rinnovata Serie 5 Touring è disponibile con il sistema di propulsione ibrido plug-in. La tecnologia mild-hybrid che trova posto sotto il cofano della nuova BMW Serie 5 sfrutta un generatore di avviamento a 48 volt ed il suo utilizzo è esteso a tutti i modelli della gamma con motori a quattro e sei cilindri.  

Tecnologia eDrive per le ibride plug-in

L’alimentazione ibrida plug-in, grazie alla tecnologia eDrive, approda anche sulla versione station wagon, la nuova BMW Serie 5 Touring, in combinazione con una motore a sei cilindra in linea. Tecnologia BMW eDrive che si è unita anche al benzina quattro cilindri per alimentare le versioni berlina BMW 530e e BMW 530e xDrive, oltre alle rispettive varianti wagon, BMW 530e Touring e BMW 530e xDrive Touring. Tutte queste varianti hanno un motore termico da 184 CV affiancato da un motore elettrico da 109 CV, pere una potenza complessiva che per un periodo limitato può arrivare, grazie alla funzione XtraBoost, a 292 CV. L’autonomia elettrica è di 58-62 chilometri (NEDC) per la 530e Touring e di 53-56 chilometri (NEDC) per la 530e xDrive Touring. 

A completare la gamma delle varianti ibride plug-in della nuova BMW Serie 5 c’è la 545e xDrive berlina, equipaggiata da un motore elettrico da 109 CV e dal benzina sei cilindri da 286 CV, per una potenza di sistema di 394 CV. Questa versione elettrificata della berlina tedesca è in grado di offrire tra 54 e 57 chilometri d’autonomia elettrica (NEDC). 

Mild-hybrid a 48 V

Alle varianti ibride plug-in della nuova BMW Serie 5 si affiancano quelle con tecnologia mild-hybrid a 48 V per tutti i modelli a quattro e sei cilindri. Su queste versioni il generatore di avviamento a 48 V, oltre ad alimentare il sistema elettrico, alleggerisce il carico di lavoro del motore a combustione e ne aumenta la potenza, producendo un effetto boost elettrico che mette istantaneamente a disposizione 11 CV aggiuntivi. 

In Italia anche 518d e 530d

Sul mercato italiano sono disponibili in esclusiva anche altre due varianti mild-hybrid della nuova BMW Serie 5. Si tratta della versione entry-level del quattro cilindri diesel da 150 CV che equipaggia la BMW 518d, sia berlina che Touring, e il sei cilindri TwinPower Turbo da 149 CV che equipaggia tutte le versioni della BMW 530d

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Michael 1963 ha detto:

    E si, la BMW serie 5 si conferma la solita gran bella automobile! Nel segmento E è forse la migliore. Anche se, a mio avviso, l’Audi, con l’ultima A6 ha fatto grossi progressi, e la partita se la giocano assieme! La Mercedes Classe E mi pare che sia rimasta un tantino indietro, ma resta sempre una gran bella auto pure lei.
    BUON ANNO NUOVO 2021! E speriamo davvero che porti qualche novità positiva!

Articoli correlati