Peugeot e-Expert: VIDEO PROVA SU STRADA del furgone elettrico

Le sensazioni di guida nel traffico cittadino di Milano

L’elettrificazione non è dedicata solamente alle auto, ma anche i veicoli commerciali stanno effettuando la transizione verso le zero emissioni. Il Peugeot e-Expert è uno degli esempi di questo cambiamento: il furgone del Leone diventa 100% elettrico, per effettuare le consegne in città e dell’ultimo miglio nel rispetto dell’ambiente.

Questo modello è già disponibile nelle concessionarie italiane e noi abbiamo avuto l’occasione di metterci al volante del furgone elettrico, per circa un’ora all’interno del traffico di Milano, anche nella ZTL Area C. Potendo così verificare come si comporta su strada, nell’ambiente principale dove verrà presumibilmente utilizzato.

Le caratteristiche e le dimensioni

Basato sulla piattaforma modulare EMP2, il furgone elettrico è disponibile in tre diverse misure: Compact, Standard e Long. Il modello da noi in prova è quello intermedio, con una lunghezza di 4,959 metri, un’altezza di 1,900 metri ed un passo 3,275 metri. Offrendo un carico utile di 925 chilogrammi, senza perdere carico rispetto alla versione con motore endotermico, il Peugeot e-Expert è in grado di trainare fino a 1.000 kg.

Per quanto riguarda il look degli esterni, la riconoscibilità estetica della versione 100% elettrica del furgone risiede esclusivamente in alcuni dettagli dedicati come ad esempio la calandra ridisegnata, lo sportellino per la ricarica collocato sul parafango anteriore sinistro ed il badge “e-Expert” posto sul portellone posteriore.

Gli interni

L’abitacolo del Peugeot e-Expert propone un sedile comodo, con una posizione di guida rialzata e due posti per i passeggeri nella stessa fila di sedili. Ci saremmo aspettati qualche vano portaoggetti in più, anche se c’è la possibilità di posizionare il cellulare nel vano sopra la leva del cambio e ci sono delle buone tasche sulle portiere.

Il quadro strumenti è analogico, con un piccolo schermo digitale dove poter visualizzare alcuni dati come i consumi o le indicazioni del navigatore, mentre il sistema di infotainment è piuttosto intuitivo nell’utilizzo e con un navigatore chiaro nelle indicazioni. Il ‘nostro’ allestimento Premium, prevede anche il climatizzatore manuale.

Prova su strada

Ora entriamo nel clou della nostra prova, per verificare come si comporta il Peugeot e-Expert su strada. Il mezzo del Leone è spinto dal motore elettrico da 136 cavalli e 260 Nm di coppia massima e, proprio in quanto mezzo a zero emissioni, regala uno spunto importante avendo la coppia subito disponibile. Ed è sicuramente un punto a favore, soprattutto quando ci si muove nel traffico cittadino e serve superare velocemente un incrocio o una rotonda. Inoltre, l’uso cittadino, con le continue decelerazioni e frenate, favorisce l’azione di recupero di energia.

Il comfort al volante è molto elevato, anche grazie alla silenziosità del motore elettrico ed a sospensioni in grado di attutire bene le disconnessioni del terreno o i tratti di pavè del centro del capoluogo lombardo. A questo proposito, il furgone 100% elettrico può accedere senza dover pagare all’interno di Area C, un vantaggio non indifferente per chi deve effettuare trasporti in centro. Questa opportunità non è legata solamente a Milano, ma vale anche nelle ZTL di altre città italiane e non solo.

Buono anche il comportamento dello sterzo, non sembra quasi essere al volante di un veicolo commerciale, anche se abbiamo effettuato la prova senza carico e servirebbe una valutazione anche con un peso superiore. Le manovre sono aiutate dai sensori posteriori, anche se una retrocamera non ci sarebbe affatto dispiaciuta, pur con generosi specchietti che consentono una buona visuale di quanto avviene attorno al furgone. Per una sicurezza ancora maggiore, soprattutto nei parcheggi.

Consumi e ricarica

Il ‘nostro’ Peugeot e-Expert era equipaggiato con la batteria da 75 kW, con un’autonomia dichiarata di 330 chilometri (WLTP). Non abbiamo potuto verificare se è reale, avendo percorso un numero di chilometri molto ridotto, ma affidandoci al computer di bordo siamo partiti con un’autonomia di 296 chilometri e, dopo aver percorso 37 km, ne segnava 262. Quindi abbastanza in linea con le aspettative e con la possibilità di lavorare una giornata senza particolari pensieri.

Tuttavia, in caso si debba effettuare un percorso lungo, è possibile recuperare l’80% della carica in circa 45 minuti, con una colonnina rapida da 100 kW. Altrimenti, la batteria si ricarica completamente in 7h30’ con la WallBox da 11 kW, in 11h20’ con la Wallbox da 7,4 kW ed in 47 ore con la classica presa domestica.

Prezzi

Il Peugeot e-Expert ha un prezzo di listino a partire da 32.155 euro, ma per mettersi al volante della versione Standard Premium 75 kW (con 3D Navigation DAB e Peugeot Connect), con cui abbiamo effettuato la prova, bisogna salire a 41.075 euro.

Non mancano altre offerte commerciali per guidare il furgone 100% elettrico, dal noleggio a lungo termine Free2Move Lease passando per il leasing o il finanziamento.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Ottima dinamica di guida, autonomia e navigatore precisoPochi vani portaoggetti e non c’è la retrocamera

Peugeot e-Expert Standard: Scheda Tecnica

Dimensioni: 4.959 mm lunghezza x 2.204 mm larghezza x 1.900 mm altezza x 3.275 mm passo
Motore: elettrico da 126 CV
Cambio: unico rapporto
Accelerazione: da 0 a 100 km/h in 13,1’’
Velocità massima: 130 km/h
Autonomia:: 330 km (batteria 75 kW)
Allestimenti: Pro, Premium
Bagagliaio: da 506 litri a 1.620 litri con i sedili reclinati
Carico: 925 kg
Prezzo: Da 32.155 € a 39.955 € (senza optional)

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Veicoli commerciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati