Pneumatici: cresce il numero di acquisti via Internet

Dal 4% del 2012 si è passati al 19% del 2014

Sempre più automobilisti europei si stanno rivolgendo al Web per trovare le loro nuove gomme al miglior prezzo. I fattori di acquisto più importanti, però, non sono quelli che ci si potrebbe aspettare
Pneumatici: cresce il numero di acquisti via Internet

Lo shopping online è ormai più che una moda. È una vera e propria abitudine, che sempre più utenti hanno sviluppato dopo essersi resi conto che in questo modo è molto più semplice trovare prezzi concorrenziali in giro per il mondo. Non sorprende, quindi, che anche nel campo degli pneumatici questa tendenza stia crescendo sempre di più. Lo testimoniano i risultati del sondaggio condotto dalla società tedesca Skopos, su commissione di Delticom, grande realtà nel campo della vendita online di pneumatici.

La ricerca è stata condotta su un campione di 5.000 automobilisti di entrambi i sessi, con un’età compresa tra i 18 e i 65 anni, provenienti da cinque paesi europei, tra i quali anche l’Italia. La crescita delle percentuali è senza alcun dubbio netta: alla domanda se si fosse comprato online o meno il proprio ultimo treno di gomme, solamente due anni fa avevano risposto positivamente solo il 4% degli intervistati. Se si passa al 2014, la percentuale sale addirittura al 19%, un numero quindi più che quadruplicato. Uno dei fattori che maggiormente influenza al giorno d’oggi la scelta del canale sul quale procedere all’acquisto, sia che esso sia fisico o virtuale, è prima di tutto la qualità di un’eventuale esperienza precedente. Un elemento che influenza il 77% degli intervistati. Il secondo fattore più importante, però, è il prezzo (76%) e ovviamente Internet in questo particolare frangente possiede delle armi particolarmente importanti.

Sorprendentemente, però, gli italiani sono stati tra gli automobilisti che hanno dato meno importanza al prezzo. Più precisamente, esso è stato considerato solamente il terzo fattore preso in considerazione dai potenziali acquirenti (57%) delle preferenze. Ancora più importante è stata invece la varietà di scelta (64%), seguita dalla disponibilità generale (59%). Dati ancora più interessanti sono stati rilevati al momento delle domande riguardanti la sicurezza. Anche in questo caso gli automobilisti italiani, sempre secondo Skopos, si sarebbero rivelati particolarmente attenti allo pneumatico come componente per la propria sicurezza. Addirittura l’85% degli intervistati reputa di grande importanza la presenza dell’etichetta europea, mentre aderenza sul bagnato e resistenza al rotolamento sono stati considerati elementi maggiormente determinanti rispetto al risparmio di carburante (90% delle preferenze contro l’80%). È però considerato ancora poco chiaro l’aspetto del consumo degli stessi: Oltre la metà degli italiani sostituiscono le gomme solo se avvisati da altre persone, mentre addirittura l’8% ha testimoniato di non sapere come riconoscere una gomma usurata da una in buone condizioni.

Leggi altri articoli in Guida Sicura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati