Regali di Natale: ecco 5 giochi di guida per regali last minute

Una mini raccolta dei titoli corsistici consigliati del momento

Regali di Natale: ecco 5 giochi di guida per regali last minute

Alla ricerca dell’ultimo regalo di Natale? Magari per un appassionato di racing game e simulativi corsistici? Ma che fortuna! Ecco una breve lista con i migliori 5 titoli racing del momento corredati dalle nostre recensioni, con in mano il pad o il volante. Vi ricordiamo che i titoli sono già disponibili per l’acquisto sia nei negozi fisici che sui negozi digitali (Steam).

La lista dei racing game provati da noi

Assetto Corsa: Competizione. Andiamo subito al sodo, senza girarci troppo intorno. Abbiamo provato Assetto Corsa Competizione e, si, è lui il simulatore di guida definitivo. L’ultima fatica dei ragazzi di Kunos Simulazioni è tutta incentrata sulle sensazioni di guida, sul riproporre in modo certosino la fisica delle vetture, sulla riproduzione del comportamento in pista dei bolidi della categoria GT3 del Blancpain e sulla riproduzione maniacale, in laserscan, dei circuiti ufficiali del suddetto campionato. Qui la nostra recensione.

Assetto Corsa. la versione “base” rispetto al capitolo “Competizione”. Un simulatore allo stesso modo duro e crudo con un parco macchine sconfinato grazie ai modder su pc ma solo sufficiente su consolle. Assetto Corsa rappresenta ancora oggi uno dei miglior simulatori di guida sulla piazza, tanto da essere utilizzato da aziende e racing team professionisti per dar vita ai propri simulatori di corse. Qui la nostra video-recensione.

Need for Speed Hot Pursuit Remastered. Need for Speed Hot Pursuit Remastered, prodotto da Electronic Arts, ritorna sulle nostre consolle e pc da gaming per farci correre su supercar e bolidi a quattro ruote…in modo del tutto spensierato. Se conoscete Need for Speed Hot Pursuit saprete di certo che dovete lasciare nell’armadio il vostro volante (scelta solo consigliata) per impugnare il pad che c’è nel cassetto; Need for Speed Hot Pursuit Remastered è un racing game di stampo arcade, incline più alle derapate piuttosto che a pennellare le curve e i tornanti più stretti. Qui la nostra recensione.

GRID 2019. GRID, anche se dell’anno scorso, mette a disposizione circa 60vetture e auto da corsa che si dipanano in diverse categorie tra cui monoposto, Touring Car, GT o ancora muscle car, auto di importazione e supercar. Una volta preso in mano il joystick (si, questa volta è preferibile lasciare da parte volante e pedaliera) ci troveremo davanti a gare organizzate in quattro continenti che fanno da teatro a circuiti ufficiali e tracciati cittadini. Qui la nostra recensione.

Dirt5. L’ultimo capitolo della serie di videogiochi corsistici che ha mutato il suo DNA nel tempo, passando dall’essere un simulatore certosino di gare di rally per incarnare, oggi, un racing game di stampo squisitamente arcade, molto divertente e immediato. Immediato? Assolutamente si, basta entrare nel gioco che saremo subito catapultati nel vivo di una carriera, con una serie di gare da sbloccare una dietro l’altra senza badare troppo alla storia di fondo, piacevole certo, ma non profonda e che si prefigge di essere un semplice collante tra le varie sfide. Vincendo le gare si otterranno punti esperienza, denaro e sponsor da “appiccicare” sulla colorata livrea del nostro bolide. Per arrivare a completare al 100% una gara dovremo impegnarci a fondo. Se il livello di difficoltà generale è piuttosto basso (meglio affrontare la carriera alla difficoltà più alta, se volete una sfida impegnativa) cosi da permettervi di vincere le gare iniziali con facilità, per completare davvero ogni gara dovremo conquistare altre tre attività secondarie (tampona un certo numero di vetture, compi più derapate, ecc…) che, se portate a termine, aumenteranno le ricompense finali. Qui la nostra recensione.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati