Sicurezza stradale: cinture e seggiolini, tante violazioni degli italiani

I risultati della ricerca commissionata dall'Anas

Sicurezza stradale: cinture e seggiolini, tante violazioni degli italiani

Gli italiani sono abbastanza indisciplinati in auto o, quanto meno, non rispettano alcune norme importanti del codice della strada. Un’indagine promossa dall’Anas, infatti, rileva come quasi un italiano su tre non indossi le cinture di sicurezza durante i viaggi, un automobilista su due non usa il seggiolino per i bambini e pochi mettono le frecce.

Lo studio è stato effettuato dalla Ricerca Osservatorio Stili di Guida Utenti, commissionata da Anas e condotta dallo Studio Righetti e Monte Ingegneri e Architetti Associati. Un’indagine svolta tra luglio e settembre, con oltre 2.000 chilometri percorsi con autovetture di monitoraggio dotate di telecamere HD.

No alle cinture posteriori

Entrando nel dettaglio, secondo questa ricerca, ben il 31,9% non utilizza le cinture anteriori, di cui il 28,4% dei conducenti, mentre si sale addirittura all’80% per i passeggeri posteriori. Un numero molto alto, se paragonato con quanto avviene nel resto d’Europa, dove solo il 10% è ‘fuorilegge’ tra i passeggeri anteriori e il 29% nei posteriori.

Sono soprattutto gli uomini a non indossare la cintura se seduti nei posti anteriori delle auto (32 contro 16%), mentre sono le donne a non indossarla soprattutto nei sedili posteriori (85 vs 77%).

Seggiolini e cellulare

Allarmante anche il dato sui seggiolini per i bambini: ben il 49,47% non li usa, mettendo così a rischio l’incolumità del minore. Mentre l’utilizzo del cellulare al volante è stato registrato nel 12,4% dei casi, con violazioni più frequenti per i più giovani (18% tra 18 e 40 anni) e sempre meno salendo di età, fino al 5,6% degli ultra sessantenni.

Infine, anche l’utilizzo degli indicatori di direzione è spesso dimenticato. Soprattutto quando si deve effettuare un sorpasso (55,6%) o per entrare in una rampa (59.2%).

Rate this post

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati