Tesla, primo incidente mortale e l’Autopilot finisce sotto inchiesta negli USA

L'NHTSA apre un'indagine sul pilota automatico di una Model S

Tesla Model S incidente inchiesta NHTSA - Il potente ente federale americano per la sicurezza stradale ha aperto un'inchiesta sull'Autopilot di Tesla per capire se e che tipo di incidenza il sistema di guida semi-automatica abbia avuto nel causare l'incidente di una Model S in Florida lo scorso 7 maggio nel quale il conducente della vettura ha perso la vita.
Tesla, primo incidente mortale e l’Autopilot finisce sotto inchiesta negli USA

Lo scorso 7 maggio, in Florida, è avvenuto un incidente stradale che ha coinvolto una Tesla Model S e nel quale il conducente è deceduto nell’impatto. Secondo quanto rilevato dalle prime verifiche al momento dell’incidente il guidatore aveva inserito l’Autopilot, il sistema di guida semi-automatica di Tesla che guida la vettura da sola in determinate condizioni.

Per tale motivo l’NHTSA, il potente ente federale americano per la sicurezza stradale, ha aperto un’inchiesta per verificare se l’Autopilot ha funzionato correttamente e che grado di responsabilità ha avuto nell’incidente che è costato la vita a chi si trovava al volante della Model S.

Nonostante l’NHTSA abbia precisato che si tratta di una “valutazione preliminare” sul funzionamento del sistema di guida semi-automatica è facile intuire come i risultati di quest’indagine possano incidere in maniera pesante su Tesla sia sotto il profilo commerciale che giuridico, oltre che ha incrementare i dubbi verso il percorso dell’automazione della guida e di quel pilota automatico di cui l’Autopilot ne rappresenta l’embrione, soprattutto in autostrada, per il costruttore californiano.

Tesla, che nel frattempo ha comunicato che si tratta del primo incidente mortale dopo 200 milioni di chilometri percorso dalle Model S con questo sistema Autopilot, è consapevole dei rischi che sta correndo con l’NHTSA, nota anche per la severità delle sue sanzioni.

Intanto la Casa guidata da Elon Musk ha diffuso una nota ufficiale nella quale precisa: “E’ importante insistere sul fatto che la decisione della Nhtsa è di condurre un semplice esame preliminare per determinare se il sistema abbia funzionato adeguatamente e in base alle aspettative“. Tesla sottolinea inoltre che “questo incidente è da mettere a confronto con quello che riguarda tutti i veicoli su strada negli Usa: un morto ogni 94 milioni di miglia. A livello mondiale, c’è un caso letale di incidente ogni 60 milioni di miglia“.

Il costruttore si affida alle statistiche, ma è un appiglio che si spezzerebbe immediatamente qualora dall’indagine dell’NHTSA risultasse che l’incidente della Model S che è costato la vita a una persona è avvenuto per colpa dell’Autopilot.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati