Alfa Romeo 4C, tra i segreti della supercar dal Salone di Ginevra (LIVE)

Domenico Bagnasco, responsabile del progetto 4C, intervistato al Palexpo

Alfa Romeo 4C - La supercar due posti di Alfa Romeo è già l'oggetto dei desideri di tanti appassionati. Dal Salone di Ginevra Domenico Bagnasco, responsabile del progetto 4C di Alfa Romeo, ci racconta come è nato questo gioiello stilistico e meccanico.
Alfa Romeo 4C, tra i segreti della supercar dal Salone di Ginevra (LIVE)

Al Salone di Ginevra tanti occhi sono stati per lei, per l’Alfa Romeo 4C. Gioiello tecnologico e stilistico del made in Italy, la supercar a due posti è stata fotografata e filmata da tutte le prospettive. Noi abbiamo sentito Domenico Bagnasco, responsabile del progetto 4C di Alfa Romeo, che ci ha guidato alla scoperta dei segreti e delle caratteristiche di una vettura straordinaria per fascino e prestazioni, nata e sviluppata sotto la sua supervisione.

Bagnasco commenta così la 4C: “Le sue caratteristiche principali sono sicuramente le performance, abbiamo cercato di ottenere il massimo secondo tutti i punti di vista. Abbiamo voluto assicurare performance alla vettura con un innovativo motore in alluminio da 240 cavalli, con un rapporto peso/potenza inferiore a quattro, quindi lavorando molto sul contenimento dei pesi. Abbiamo adottato una monoscocca in carbonio derivata dalle massime espressioni delle competizioni, con telai d’alluminio, sospensioni d’alluminio. Al posteriore abbiamo anche un telaietto d’alluminio che supporta il motore 1.750 con basamento d’alluminio sviluppato per la vettura. Un cambio a doppia frizione TCT che consente alla vettura di scattare da 0 a 100 km/h in soli 4,5 secondi, anche adottando il launch control“.

Sulle modalità di guida della due posti: “Vogliamo offrire il massimo delle prestazioni e il massimo del piacere di guida all’utilizzatore della vettura. Ritroviamo sulla vettura il DNA Alfa Romeo nelle classiche funzioni di Dynamic, Normal e All Weather, ma con un opzione in più, l’opzione Race, modalità che consente in pista o in condizioni controllate di togliere i controlli dalla vettura. Senza arrivare a questi estremi già nella configurazione Dynamic riusciamo a garantire il massimo divertimento di guida, sentendo il giusto livello, fino a un certo limite, del controsterzo, garantita dalla sicurezza elettronica della vettura“.

Sulla nascita del progetto 4C Bagnasco continua: “Il design è del Centro Stile Alfa Romeo, il progetto si è sviluppato come l’inseguimento di una sfida continua verso il raggiungimento di queste ottime performance. Nell’anno di massima commercializzazione contiamo di produrne più di 3.000 all’anno e la versione di lancio costerà 60.000 euro“.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    2 commenti

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • kato ha detto:

      Se l’opening edition costa 60,000 euro, le normali quanto costeranno?
      Credo che posizionarla a questo prezzo significa andare a sbattere contro il mostro sacro PORSCHE CAYMAN, che nella nuova versione per qualità ed interni è anni luce avanti a questa 4C…
      Dovevate piazzarla ma a 50,000k.
      Ovviamente attendiamo i confronti in pista, perchè a questo punto non può sottrarsi da una bella sfida diretta…

    • Carlo ha detto:

      Il confronto è con Lotus Elise, non con Porsche Cayman.

    Articoli correlati