Alfa Romeo Palade: verso il cambio del nome per il B-SUV del Biscione

Dovrebbe arrivare sul mercato tra il 2023 ed il 2024

Alfa Romeo Palade: verso il cambio del nome per il B-SUV del Biscione

C’è grande attesa per il nuovo B-SUV Alfa Romeo, per il quale si attende però ancora l’ok definitivo per la produzione. Aspettando il via libera, sembra molto probabile il cambio del nome: fino ad ora era conosciuto come Brennero, invece si chiamerà Alfa Romeo Palade. Sempre richiamando un passo alpino.

L’origine del nome

Non ci sono spiegazioni, almeno attualmente, sul cambio di denominazione, visto che non ci sono novità sull’origine del nome. Anche Palade, infatti, è un passo alpino. In particolare, viene chiamato anche ‘Gampenpass’ e percorre la Val Senales.

Gli ultimi aggiornamenti

Nonostante l’attesa per il via libera definitivo, non pare comunque in discussione l’arrivo sul mercato di questa vettura. Il B-SUV Palade sarà il primo modello del brand del Biscione a sfruttare la piattaforma CMP del Groupe PSA, dopo la nascita di Stellantis.

Secondo le precedenti indiscrezioni, dovrebbe arrivare in concessionaria nel corso del 2023. Ma è possibile, a questo punto, anche uno slittamento al 2024.

Sarà anche 100% elettrico

L’Alfa Romeo Palade verrà prodotta presso lo stabilimento Stellantis di Tichy, in Polonia, e sarà il primo modello del Biscione a proporsi sul mercato anche con una versione 100% elettrica, assieme a motorizzazioni endotermiche. Si sa ancora poco o nulla sul look che avrà questo modello, a parte l’affinità stilistica col SUV Tonale.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati