Covid, quasi tutta Italia verso la zona bianca

Speranza: "Il 99% del Paese da domani avrà restrizioni minime"

Covid, quasi tutta Italia verso la zona bianca

La quasi totalità dell’Italia sta per colorarsi di bianco, con l’intero Paese, ad eccezione della Valle d’Aosta, che si appresta a fare il suo ingresso in zona bianca, ovvero l’area con minori restrizioni anti-Covid.

Speranza: “Da venerdì avremo il 99% del Paese in zona bianca”

Ad anticipare la decisione, che come di consueto arriverà nella giornata di domani venerdì 18 dopo il monitoraggio dei dati settimanali sull’andamento della situazione epidemiologica da parte della cabina di regia, è il ministro della Salute Roberto Speranza che intervenendo al convegno organizzato dal Consiglio nazionale dell’Ordine degli Psicologi (Cnop), ha dichiarato: “Ho insistito affinché fosse un percorso graduale, ma con tutta probabilità da venerdì avremo il 99% del Paese in zona bianca, quindi siamo oggettivamente in una fase diversa. Ma serve ancora grandissima attenzione e lavoro costante da tutti i punti di vista per essere attrezzati e organizzati in una fase che è ancora di battaglia aperta”.

Nodo proroga Stato di emergenza, possibile stop mascherine all’aperto dal 15 luglio

Mentre il quadro relativo alla circolazione del virus continua a migliorare, con una continua discesa delle nuovi infezioni, così come della pressione sugli ospedali con la riduzione del numero di ricoveri e dei posti occupati in terapia intensiva, nella maggioranza di governo tiene banco il dibattito sulla possibile proroga dello Stato di emergenza che scadrà il 30 giugno prossimo. Si discute poi anche della possibilità di eliminare l’obbligo delle mascherine all’aperto a partire da metà luglio, sulla scia di quanto avviene già da qualche giorno in alcuni Paesi europei con trend simili al nostro come Francia e Germania. 

Green Pass dal 1° luglio per muoversi in Europa

In materia di spostamenti, c’è poi attesa sull’approvazione del DPCM relativo al Green Pass, la certificazione europea che sarà in vigore dal 1° luglio e che verrà rilasciata gratuitamente da una piattaforma nazionale, regolando gli spostamenti in tutta Europa sulla base dei vaccini somministrati  e dei tamponi effettuati. Nel frattempo, dopo la risoluzione di alcune criticità, il Garante per la Privacy ha dato il via libera all’app della pubblicazione amministrazione Io che nelle prossime renderà disponibile l’aggiornamento alla nuova versione. 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati