Gordon Murray T.33: in sviluppo la seconda supercar del brand

Per il momento l'azienda non ha ancora confermato l'esistenza di questa vettura

Gordon Murray T.33: in sviluppo la seconda supercar del brand

Gordon Murray Automotive (GMA), la casa automobilistica sviluppata dall’ex progettista di monoposto F1, starebbe lavorando sulla sua seconda vettura da posizionare al di sotto della supercar T.50. Nelle scorse ore è emerso che l’azienda ha depositato una domanda per il nome T.33 presso lo United States Patent and Trademark Office (USPTO).

Anche se non menziona specificamente il nome Gordon Murray T.33, una fonte ha recentemente dichiarato che Gordon Murray Automotive sta lavorando su una seconda supercar conosciuta internamente con il nome in codice Project Two.

Sotto il cofano dovrebbe avere lo stesso motore Cosworth V12 della T.50

Come la T.50, il nuovo progetto sarà equipaggiato con un motore V12 abbinato a una trasmissione manuale e punterà sul basso peso. Tuttavia, potrebbe non avere la ventola a effetto suolo della T.50 e il layout a tre posti in favore di un design più semplice che potrebbe consentire di mantenere basso il prezzo.

La presunta Gordon Murrey T.33 sarà basata su una nuova piattaforma in fibra di carbonio che gli darà proporzioni diverse rispetto alla T.50. Secondo il report, in questo modo le due supercar saranno diverse.

Come anticipato poco fa, probabilmente Project Two di Gordon Murray Automotive avrà lo stesso motore V12 sviluppato da Cosworth, ma non sarà potente quanto quello della T.50. Inoltre, potrebbe non avere il sistema mild hybrid a 48V.

La produzione della seconda supercar di Gordon Murray non dovrebbe partire fino al 2023 in quanto l’azienda ha bisogno prima di completare la produzione delle T.50 e T.50s Niki Lauda Edition.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati