Hyundai, la gamma Ioniq potrebbe allargarsi alle compatte

Si valutano modelli più piccoli della Ioniq 5

Hyundai, la gamma Ioniq potrebbe allargarsi alle compatte

Hyundai sta prendendo in considerazione di ampliare “verso il basso” la famiglia Ioniq, sub-brand dedicato alle elettriche, e con essa l’impiego della piattaforma e-Gmp per costruire modelli a batterie di dimensioni compatte, ancora più piccole rispetto alla Ioniq 5 che abbiamo recentemente visto in versione robotaxi al Salone di Monaco. Tra le indiziate ad adottare l’architettura nativa e-Gmp di Hyundai potrebbe essere anche il successore dell’elettrica Kona

Vantaggi estendibili a vetture più piccole

Le intenzioni di Hyundai sono state rese note da Thomas Schemera, responsabile globale marketing della Casa coreana, che parlando ad Automotive News Europe ha affermato: “Avrebbe senso estendere tutti i vantaggi associati alla piattaforma e-Gmp a veicoli più piccoli”. Il riferimento in particolar modo è alla tecnologia a 800 Volt, combinata ai benefici relativi ad autonomia estesa, ricarica rapida e software aggiornabile over-the-air, fattori che inizialmente Hyundai pensava di indirizzare solo ai modelli di dimensioni medie e grandi. Idea però che al momento però appare superata.

Verso l’erede della Kona Electric

Mentre la road map della gamma Ioniq prevede il lancio della berlina-coupé Ioniq 6, attesa tra fine 2022 e inizio 2023, e del SUV Ioniq 7, che arriverà nel 2024, la possibile realizzazione di modelli più piccoli nella gamma Ioniq si proietta in maniera più chiara verso l’erede della Kona Electric, che potrebbe chiamarsi Ioniq 2, 3 o 4, come suggerito dalla parole di Schemera in merito: “È un qualcosa che non voglio confermare, ma sembra essere probabile”.

Guardando agli aspetti più pratici e concreti del possibile nuovo modello compatto su base e-Gmp, Schemera ha spiegato che l’obiettivo principale è quello di assicurarsi che sia grado di assicurare volumi ed economie di scala tali da renderne sostenibile e profittevole la produzione, con quest’ultima che nel caso di veicoli elettrici vede lievitare i costi e che dunque merita attente e approfondite valutazioni. 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati