La Collezione Bertone acquisita dall’Automotoclub Storico Italiano [FOTO]

Ottenuta in un'asta telematica dopo 40 rilanci

Collezione Bertone all'ASI – L'Automotoclub Storico Italiano, dopo una combattuta asta, si è aggiudicato la storica collezione di autovetture della nota carrozzeria

Quaranta rilanci, 3,44 milioni di euro e un confronto costante sino all’ultimo colpo di martello. L’ASI, l’Automotoclub Storico Italiano, si è aggiudicato, in un’asta telematica del 28 ottobre, la pregiata collezione di autovetture della Carrozzeria Bertone, il noto nome torinese che ha firmato alcune delle più belle e conosciute autovetture del panorama internazionale. Un evento che chiude una questione giudiziaria partita nel 2007.

“Riteniamo che, in ottemperanza dei fini statutari, ASI debba svolgere preminentemente l’attività di conservazione del patrimonio storico nazionale. Una collezione come quella di Bertone rientra certamente nel patrimonio storico, e avendone la possibilità economica, ASI ha ritenuto giusto e doveroso partecipare all’asta” ha riferito l’Avv. Roberto Loi, Presidente dell’Automotoclub Storico Italiano. “Circa quattro anni fa, sapendo che era in corso la vendita di alcuni veicolo prestigiosi della collezione, avevo richiesto un intervento dell’Associazione per avviare un procedimento che avesse come obiettivo quello di porre il vincolo della sovrintendenza su questi beni ritenuti culturali, al fine di impedirne il trasferimento all’estero e la vendita di singole vetture.
Il ricorso fu accettato ed è grazie ad esso se oggi possiamo tenere qui in Piemonte un patrimonio nazionale come questo.”
E parlando delle prospettive, il Presidente dell’Automotoclub Storico Italiano ha sottolineato: “Adesso porteremo avanti un programma che definiremo nelle prossime riunioni consiliari che permetterà agli associati, agli appassionati ed ai semplici curiosi di ammirare le 79 vetture della Collezione Bertone.”

Un vincolo del Ministero dei beni e delle attività culturali del turismo ha permesso la vendita all’asta dell’intera collezione. L’ASI, inoltre, “non potrà disperderla rivendendo i pezzi singolarmente, e non potrà mai trasferirla all’estero”, come evidenziato nel comunicato diffuso.
Questa collezione comprende 79 modelli, che includono non solo i prototipi creati dal genio di Nuccio Bertone ma anche telai e vetture storiche come le Alfa Romeo Giulia SS, Giulia Sprint o Montreal, le Lamborghini Miura, Espada e Countach, senza dimenticare una mitica Lancia Stratos stradale.

Rate this post

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Auto storiche: ASI dice no alla stangata

L’Automotoclub Storico Italiano si è già attivato contro la bozza del nuovo emendamento
L’Automotoclub Storico Italiano (ASI) è sceso subito in campo per opporsi a una manovra che potrebbe danneggiare l’intero settore delle
Auto

Il Premio Auto Europa spegne le prime 35 candeline

Audi 80, Alfa Romeo 156 e Citroën XM si sfideranno in un confronto
In collaborazione con Automotoclub Storico Italiano (ASI), l’Unione Italiana Giornalisti dell’Automotive (UIGA) ha scelto tre vetture, fra le 35 premiate