Lamborghini Huracan: la Polizia di Stato spiega perché e quando ricorre all’uso della supercar

Ecco la risposta a chi si chiede se non sia meglio utilizzare l'elicottero

Lamborghini Huracan: la Polizia di Stato spiega perché e quando ricorre all’uso della supercar

Qualche settimana fa vi abbiamo raccontato del pronto intervento della Polizia di Stato che ha visto protagonista la Lamborghini Huracan, con la supercar del Toro “in divisa” che ha consentito il trasporto di un rene da trapiantare dall’Ospedale Civile di Padova al Policlinico Gemelli di Roma in circa tre ore.

Perché non trasportare gli organi da trapiantare con l’elicottero?

Anche in questo caso, come era già avvenuto in precedenza per altri interventi con la Huracan, in molti sui social hanno commentato chiedendosi se non fosse stato meglio utilizzare l’elicottero o comunque un mezzo di trasporto aereo che accorciasse ancora di più i tempi rispetto al tragitto stradale. 

Dubbi e domande alle quali è la stessa Polizia di Stato a rispondere spiegando, attraverso un post sulla sua pagina Facebook, le motivazioni che ci sono dietro la scelta di utilizzare la supercar donata dalla Casa di Sant’Agata Bolognese per salvare vite umane in attesa di trapianto di organi. 

La spiegazione della Polizia sull’uso della Huracan

“In molti ci avete chiesto perché la nostra Lamborghini Huracan, equipaggiata per il trasporto degli organi con un apposito sistema di conservazione, è preferita al trasporto con elicottero”, scrive la Polizia su Facebook.  “In realtà – prosegue il post – nel 60% dei casi, i trasferimenti avvengono per via aerea. La nostra supercar viene invece impiegata, su impulso del Centro Nazionale Trapianti quando gli organi, come ad esempio i reni, possono sopravvivere per più ore fuori dal corpo umano e quando il trasporto può essere programmato con largo anticipo, come accade nelle cosiddette donazioni crossover tra vivi. L’uso della Lamborghini – conclude la Polizia – ci permette così di lasciare liberi gli elicotteri per le emergenze improvvise, ma di garantire comunque la consegna in assoluta sicurezza e in tempi rapidi”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati