Land Rover Defender V8: prova su strada e in off-road del V8 da 525 CV [FOTO]

Il Defender più veloce di sempre, da 0 a 100 km/h in soli 5,2 secondi

La nuova Land Rover Defender si arricchisce di un’attesa versione top di gamma, vale a dire quella che monta il motore V8, offrendo al SUV britannico la possibilità di raggiungere un livello di prestazioni mai raggiunto prima.

Motore V8 5.0 da 525 CV e 625 Nm 

Nonostante non si tratti della prima volta che un propulsore otto cilindri trovi posto sull’iconico fuoristrada Land Rover, la nuova Defender V8 offre performance tali da renderla la più veloce della sua storia. Il merito è del potente motore V8 Supercharged da 5.0 litri che eroga 525 CV di potenza e 625 Nm di coppia massima, consentendo alla Defender 90 V8 a tre porte di accelerare da 0 a 100 km/h in 5,2 secondi e di toccare i 240 km/h di velocità massima. Stesse prestazioni garantite anche dalla Defender 110 V8 a cinque porte. 

Migliorie tecniche

Abbinato al motore V8 c’è la trasmissione automatica ZF a 8 rapporti ed il sistema di trazione integrale. Land Rover ha messo a punto anche le sospensioni intervenendo su molle e ammortizzatori della Defender V8, oltre che a dotarla di barre antirollio maggiorate. Il differenziale posteriore attivo elettronico, solitamente in optional, è nella dotazione di serie, contribuendo a massimizzare la trazione nelle curve. 

Prova su strada Defender V8

Un motore come questo difficilmente lo rivedremo in futuro. Fa già specie leggerlo nero su bianco: 5.0 V8 sovralimentato da 525 CV e 625 Nm di coppia. Questo già basterebbe per godere. In un momento storico in cui il mondo automobilistico è completamente rivolto all’elettrificazione, salire a bordo di vetture dotate di questi motori è una bella ventata d’aria fresca. Piede sul freno, premo il tasto “Engine Start” e subito senti un borbottio estremamente basso, come se si stesse risvegliando un vulcano. Personalmente credo sia il motore che meglio si adatta al design aggressivo e sfacciato della nuova Defender, ancora di più nella versione 90, più compatta e dinamica. E’ impossibile non dare qualche sgasata da fermo, solo per il piacere di sentir rombare quel magnifico V8 e sentire l’auto oscillare, proprio come avviene nei film. Ok, il sound potrebbe essere un po’ più libero, ma ci accontentiamo di uno scarico piuttosto abbottonato. Senti l’auto che un po’ si scompone quando i giri salgono oltre i 4.500. E’ come se si trattasse di un qualcosa di primordiale. Magnifico.

Il Defender V8 riesce però ad essere anche sorprendentemente docile e pacato anche in città, merito di un sopraffino cambio automatico ZF ad otto rapporti, ricalibrato per l’occasione. Le marce entrano in modo fluido e morbido, soprattuto nella modalità di guida più tradizionale. Impostando invece la più adrenalina modalità Dynamic l’auto si risveglia. Le sospensioni pneumatiche si abbassano, si irrigidiscono, così come lo sterzo che diventa più diretto. Il pedale del gas e del freno si fanno più sensibili mentre il sound dello scarico diventa più acuto. Le doti dinamiche risultano più che positive, sempre facendo conto dei suoi quasi 2.500 kg in ordine di marcia e delle dimensioni XXL. L’auto si corica in curva, in frenata e in accelerazione. Ma essere al volante conferisce un senso di onnipotenza unico.

Chiaramente i consumi sono ampiamente sotto ai 10 km al litro, ma poco importa, quando si è al volante di un’auto del genere. Ok, anche la frenata appare spesso lunga e il rollio è particolarmente accentuato, però chi ama questa tipologia di fuoristrada sa bene i rischi a cui può andare incontro.

Rivisto il sound, evoluto il Terrain Response

Oltre all’affinamento delle sonorità dell’impianto di scarico per garantire il giusto ruggito all’otto cilindri, la Defender V8 propone anche un aggiornato sistema di controllo della trazione Terrain Response che offre in più il programma Dynamic, che permette di sfruttare al meglio il dinamismo e la potenza del SUV anche grazie una risposta dell’acceleratore più diretta e reattiva.

Look distintivo e dettagli da “cattiva”

Dal punto di vista estetico, la versione V8 della Land Rover Defender si distingue dalle altre grazie a badge specifici, quattro terminali di scarico, cerchi in lega da 22 pollici con finitura Satin Dark Grey e pinze dei freni anteriori di colore Xenon Blue. Per la carrozzeria sono disponibili solo tre tinte: Carpathian Grey, Yulong White e Santorini Black, tutte abbinate al tetto Narvik Black. 

Interni rivestiti in pelle Ebony Windsor

All’interno della nuova Land Rover Defender V8 troviamo esclusivi rivestimenti in pelle Ebony Windsor con inserti Miko e finiture Robustec. Tra le altre novità, oltre alla finitura in nero satinato, spicca anche il volante a quattro razze rivestito in Alcantara e con paddle del cambio cromati. Rivestimenti in pelle anche per airbag e leva del cambio, mentre la scritta “V8” trova posto sulla luce di cortesia esterna. 

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati