Maserati Grecale, anticipazioni sui motori: c’è il quattro cilindri 2.0 mild-hybrid da 300 CV

Proseguono i collaudi del nuovo SUV del Tridente

Emergono nuove ed interessanti indiscrezioni sulla Maserati Grecale, ed in particolare sulla gamma motori. Il debutto del nuovo crossover del Tridente, inizialmente programmato per il 16 novembre, è stato invece posticipato da Maserati alla primavera 2022, a causa della persistente crisi dei semiconduttori.

Motore mild-hybrid 2.0 litri turbo da 300 CV 

Anche se mancano ancora alcuni mesi alla sua presentazione ufficiale, arrivano una serie di anticipazioni relative alle motorizzazioni del nuovo SUV compatto. La Maserati Grecale, secondo quanto riportato dalla rivista britannica Autocar, sarà equipaggiata da un motore quattro cilindri turbo da 2.0 litri con tecnologia mild-hybrid. In sostanza, si tratterebbe dello stesso powertrain delle versioni ibride di Ghibli e Levante, ma rispetto al quale è stato però depotenziato per produrre 300 CV di potenza e 450 Nm di coppia massima.

La riduzione di potenza sarebbe di 30 CV rispetto alla motorizzazione hybrid montata su Ghibli e Levante. Nonostante questo, scrive Autocar, la Maserati Grecale sarà comunque veloce, con prestazioni assolutamente all’altezza: accelerazione 0-100 km/h in 5,6 secondi e velocità massima di 240 km/h.

Top di gamma con una versione “addomesticata” del V6 biturbo 3.0 della MC20 

Tuttavia chi vorrà più spinta e potenza sulla Maserati Grecale dovrebbe poter optare, sempre secondo quanto riportato da Autocar, della versione top di gamma equipaggiata con una variante depotenziata del nuovo motore Nettuno V6 biturbo da 3.0 litri che ha debuttato sulla MC20. Non si sa ancora quanta potenza erogherà sul nuovo crossover del Tridente, mentre sulla supercar il nuovo sei cilindri sviluppa ben 630 CV e 730 Nm di coppia.

Cambio automatico a 8 marce e trazione integrale

Indipendentemente dalle specifiche tecniche, entrambe le motorizzazioni della Grecale saranno affiancate dal cambio automatico a 8 rapporti e dal sistema di trazione integrale derivato da Alfa Romeo. Quest’ultimo però, secondo gli ultimi rumors, sarà in grado di inviare più coppia al posteriore in determinate modalità di guida.

Grecale elettrica al debutto già nel 2022

Tornando alle motorizzazioni, Autocar sostiene che già nel corso del prossimo anno la gamma della Maserati Grecale si arricchirà con il lancio della versione 100% elettrica. Sarebbe un tempismo perfetto per rispondere a un sua diretta rivale, come la Porsche Macan elettrica che debutterà proprio nel 2022.

Il camouflage cambia colore

Dopo aver visto in svariate occasioni, i muletti della Grecale con il comuflage blu a ricoprire per intero la carrozzeria nascondendone il reale design, vi mostriamo le nostre foto esclusive che testimoniano l’incontro con un prototipo della Grecale avvolta da un’insolita pellicola mimetica arancione. Scatti che ci mostrano più dettagliatamente il posteriore del nuovo SUV di Maserati, i cui fanali per il momento rimangono nascosti quasi del tutto, così come il design del paraurti sotto il quale spiccano i quattro terminali di scarico tondi, due per ogni lato. 

Il rinvio del debutto alla primavera 2022

Il 16 novembre era la data fissata ed anche annunciata per la presentazione della Maserati Grecale. Un evento a Milano per far conoscere al mondo il nuovo SUV medio del Tridente, ma non sarà così e servirà attendere ancora un po’. La Casa italiana ha infatti annunciato il rinvio del debutto di questo modello alla primavera 2022, “in considerazione della situazione contingente relativa alle interruzioni della catena di fornitura di componenti chiave per completare il processo produttivo delle vetture”.

Dunque, la ‘colpa’ di questo rinvio è la crisi dei chip, che sta mettendo in grave difficoltà tutto il settore automotive a livello mondiale. Per questo motivo, “la quantità di produzione non consentirebbe di rispondere adeguatamente alla domanda globale attesa” scrive nel comunicato ufficiale il marchio modenese. 

L’ultimo video teaser

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Maserati Italia (@maserati_italia)

Il mese scorso, Maserati ha mostrato un video teaser che suggerisce alcune forme della silhouette dell’auto. Ovviamente viene sottolineato l’accostamento del nome scelto con quello del vento omonimo che spesso soffia nei mesi estivi dalle zone nord-orientali verso la costa adriatica. Alzando il volume del vostro dispositivo, si può facilmente sentire il soffio del vento, senza dimenticare una descrizione decisamente simpatica: “Un nuovo vento sta prendendo sempre più forza”. 

C’è l’ok di Carlos Tavares

Anche il nuovo CEO di Stellantis, Carlos Tavares ha voluto toccare con mano uno dei primi prototipi del prossimo SUV del tridente, presso il quartier generale di Modena. Con lui anche il presidente John Elkann e il CEO di Maserati Davide Grasso, per visitare assieme la linea produttiva del nuovo motore V6 Nettuno della Maserati MC20 e controllare l’operato generale di uno dei brand più lussuosi della galassia Stellantis. 

Anticipazione “sfuggente” del look

Precedentemente, erano state mostrate le prime foto ufficiali del prototipo, diffuse direttamente dalla Casa modenese. Come accaduto in precedenza con la MC20, anche la Grecale ci dà un assaggio “sfuggente” della sua veste estetica, mostrandosi con tanto di camouflage avvolgente sugli esterni e attraverso una serie di scatti volutamente non messi a fuoco per mantenere ancora alta l’attesa e la curiosità sulle forme finali del nuovo modello di Maserati. Tuttavia si riescono comunque a vedere le linee complessive del design, così come la firma luminosa concretizzata dai gruppi ottici anteriori sul muso e dai fanali sul posteriore. 

Verrà prodotto a Cassino

Si tratterà di un SUV un po’ più piccolo della Levante e verrà prodotto nell’impianto di Cassino, con motorizzazioni sia termiche che elettrificate. Proprio come vuole il nuovo corso di casa Maserati. Stabilimento di Cassino che poco meno di un mese fa ha ricevuto la visita di Carlos Tavares, CEO di Stellantis, nuovo colosso dell’auto di cui fa parte anche il brand Maserati, che ha voluto vedere dal vivo il primo esemplare del nuove SUV compatto del Tridente.

Tornando sul nome, il Grecale è un vento che soffia da Nord-Est e proseguirà la tradizione del Tridente sui modelli con i nomi dei venti più famosi al mondo. Tutto iniziò nel 1963 con la Mistral, arrivarono poi Ghibli, Bora, Merak e Khamsin. E nel 2016, Levante, il primo SUV della storia.

Le foto spia degli interni 

Si ringrazia il fotografo Walter Vayr che ha pubblicato su Facebook alcuni scatti. Molto interessati quelli che ritraggono, dalle tre-quarti, alcune porzioni degli interni. Si può facilmente riconoscere un volante sportivo in chiara ispirazione Maserati MC20, con tra razze sottili, una corona abbastanza ampia di diametro e un centro particolarmente voluminoso. Presenti i bei paddle in alluminio, solidali al piantone dello sterzo come su Giulia e Stelvio. Dietro ad esso appare una voluminosa strumentazione completamente digitale, probabilmente da 12 o più pollici

Purtroppo non si riesce a vedere molto dall’inquadratura di sinistra se non una piccola frazione della plancia, completamente rivestita in pelle scura. Si può intravedere un tunnel centrale particolarmente ampio e rialzato, con un vano porta bevande, anch’esso tutto rivestito in pelle. Si notano poi dei sedili sportivi regolabili elettricamente anche per il passeggero e delle bocchette d’aerazione particolarmente sportive con due lamelle argento per regolare i flussi dell’aria. 

La linea elettrica chiamata Folgore

La casa italiana ha anche presentato la sua futura linea elettrica, che avrà il nome di Folgore. Le nuove GranTurismo e GranCabrio saranno le prime vetture Maserati ad adottare soluzioni 100% elettriche. Saranno ingegnerizzate a Modena e realizzate al polo produttivo di Torino. Arriverà anche una versione a zero emissioni della MC20, prodotta direttamente a Modena.

Foto social rivelatrici?

Tempo fa sono scappate in rete e sui social alcune foto che mettono in risalto la maquette della nuova Grecale. Si tratta di un bozzetto fisico che, a veder meglio, pare essere la scocca di una Stelvio fortemente modificata.

Sottolineando che queste non sono foto ufficiali e che la fonte è ignota, possiamo notare un cofano lungo e affusolato con il gruppo ottico in rilievo. Sotto c’è la classica griglia del radiatore a listelli verticale, tipica di Maserati, con una zona inferiore caratterizzata da ampie prese per l’aria. Il lato non porta in dote particolari orpelli estetici se non una leggera nervatura nella zona inferiore.

Da segnalare la presenza di tre feritoie laterali vicino al montante anteriore. Il lato va a chiudersi verso la coda, molto racchiusa e simile a quella dei SUV Porsche. Qui è immancabile lo spoiler e un lunotto leggermente tondeggiante.

Elaborato il disegno delle luci con una nervatura nel mezzo della loro forma mentre, nella zona inferiore, si intravede quello che potrebbe essere terminale di scarico o un diffusore. Le luci potrebbero essere collegate tra loro da una sottile linea a LED.

Un nuovo avvistamento nei pressi di Modena 

Per questi scatti ringraziamo Marco Castello che ci ha gentilmente concesso la sua autorizzazione per condividere alcune foto, realizzate da lui stesso nei dintorni di Modena. Si tratta senza dubbio di un prototipo camuffato della Maserati Grecale, con la stessa livrea blu a strisce che ritroviamo anche sulle foto spia ufficiali divulgate da Maserati. Possiamo farci quindi un’idea più chiara delle sue proporzioni, con un posteriore muscoloso e definito, ma complessivamente sembra presentare delle proporzioni simili a quelle della Levante, nonostante le dimensioni saranno di certo inferiori. 

Spiccano i due terminali di scarico sdoppiati, in tinta cromata e i bei cerchi in lega dalle dimensioni davvero generose: si tratta di 19 o 20 pollici di diametro. L’auto sembra essere praticamente pronta al debutto, sfoggiando appunto un treno di cerchi inedito, probabilmente realizzato esclusivamente per lei. Frontalmente si notano ancora diverse coperture che vanno a mascherare la forma definitiva della griglia frontale, ma i lavori di collaudo potrebbero quasi essere giunti al termine. 

4.6/5 - (53 votes)

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati