Mazda MX-5, la prossima generazione sarà “più personalizzabile”

Sarà sarà spinta da un motore 1,3 litri turbo-benzina

Arriverà nel 2015 la nuova MX-5: sarà più leggera di circa 100 chilogrammi, sarà dotata di un motore sovralimentato, sarà più potente ed offrirà al cliente, grazie ad abbondanti personalizzazioni, la possibilità di relazionarsi con la propria vettura in maniera più profonda
Mazda MX-5, la prossima generazione sarà “più personalizzabile”

Sulla scia dei successi della gamma DS di Citroen, della piccola torinese Fiat 500 e della britannica MINI (per fare solo qualche esempio), Mazda sta considerando la possibilità di allargare la gamma di personalizzazioni della prossima generazione della roadster MX-5 e quindi di dare al modello un sapore maggiormente Premium. La nuova Mazda MX-5 dovrebbe debuttare nel corso dell’anno 2015 e, se l’accordo diventasse definitivo, potrebbe nascere in collaborazione con Alfa Romeo, che da questo progetto dovrebbe sfornare una spyder compatta (ecco perché la notizia ci interessa in maniera particolare).

Secondo quanto dichiarato dal designer Akira Tamatani della casa automobilistica giapponese nel corso di un’intervista, la prossima generazione di Mazda MX-5 sarà proposta con una più ampia lista di possibilità di personalizzazione, per permettere al cliente di relazionarsi in maniera più profonda con la propria auto. Molto probabilmente, dunque, la roadster asiatica diventerà un prodotto più ricercato e più studiato, più attento alle tendenze e più originale.

Ovviamente, le possibilità di personalizzazione non saranno le uniche novità di questa nuova Mazda MX-5: a quanto pare, i tecnici stanno lavorando sodo per ridurre il peso complessivo di 100 chilogrammi e quindi per portare la massa della roadster a circa 1.000 chilogrammi, rendendola molto interessante per la fascia di clienti più sportivi ed attenti. A quanto pare, inoltre, sotto il cofano non batteranno più gli odierni 1,8 litri e 2,0 litri benzina, ma un inedito propulsore 1,3 litri turbo-benzina, che erogherà approssimativamente 200 cavalli (in un secondo momento arriverà una versione più potente ed aggressiva).

Queste stesse caratteristiche, se confermate dalla casa automobilistica giapponese e se l’accordo con Fiat S.p.A. diventasse concreto, potrebbero essere proposte per la promessa spyder Alfa Romeo, che gli appassionati stanno attendendo con trepidazione.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati