McLaren e la scuderia di F1 potrebbero essere vendute ad Audi o BMW

Audi sarebbe interessata all'acquisizione della scuderia di F1 mentre BMW alla divisione delle auto sportive

McLaren e la scuderia di F1 potrebbero essere vendute ad Audi o BMW

E’ accaduto tutto nel giro di pochi giorni e, a quanto sembra, mancherebbe solo l’ufficialità. McLaren e la sua divisione del team di Formula1 sarebbero in vendita a BMW o ad Audi o, ancora più strano ad entrambe, scindendo dipartimento corse e auto. Sappiamo da tempo del periodo non roseo per le finanze della casa britannica ma mai avremmo pensato ad un finale così rapido e secco. Sempre più indiscrezioni giungono in rete sia dalla stampa tedesca ma, soprattutto, da quella britannica da sempre priva di mezzi termini. Nel 2020 la casa di Woking ha fatto segnare un passivo di ben 800 milioni di euro con solo 1.690 auto vendute contro le 4.660 del 2019. 

McLaren in vendita ad Audi o BMW 

Secondo la stampa tedesca, in particolare Automobilwoche, le due case teutoniche sarebbero interessate sia al dipartimento auto che al team di Formula 1, quest’ultimo sotto alla lente d’ingrandimento di Audi, decisa ad inserirsi da tempo nel mondo delle monoposto. L’inglese Autocar invece parlerebbe del colosso dei 4 anelli come unico acquirente dell’intero brand McLaren, includendo team di Formula 1 e divisione auto, nonostante sembri ormai costatato che il maggior interesse del colosso tedesco sia verso la parte delle competizioni a ruote scoperte. Sul lato auto sportive ci sarebbe da chiarire la quasi totale sovrapposizione tra Lamborghini e Mclaren, due brand che di base producono la stessa tipologia di vettura, seppur con valori e obiettivi diversi. 

Per quanto riguarda il costruttore bavarese, la strada dell’acquisizione specifica del settore auto potrebbe essere più concreta di quanto sembri, essendo da anni alla ricerca di un collocamento adeguato nel mondo delle supercar. Nonostante ciò, da Monaco è arrivata una smentita nella giornata di ieri riguardo a tale rumors, riponendo quindi la “palla al centro”. Audi invece ha già dimostrato da tempo il suo interesse per il team di Formula 1, senza però fornire altri dettagli a riguardo.

La situazione di Mclaren

La casa britannica sta attraversando uno dei periodi più difficili dalla sua creazione, sia per quanto riguarda il mondo del Motorsport ma anche per le vetture stradali. Come detto, nel 2020 sono state immatricolate solo 1.690 auto contro le 4.660 del 2019, mentre per il 2021 non sembra esserci un particolare segno positivo. Il buco di bilancio di oltre 800 milioni del 2020 ha costretto McLaren a raccogliere fondi dai propri azionisti per circa 644 milioni di euro e altri 541 milioni di euro provenienti dall’emissione di obbligazioni. Dopo ben 8 anni di onorata carriera, Mike Flewitt si è dimesso dal ruolo di CEO di McLaren Automotive qualche settimana fa. 

Rate this post

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati