Mercato auto Italia 2020: un novembre negativo per il settore

UNRAE, FEDERAUTO e ANFIA chiedono un intervento urgente da parte del Governo per arginare la crisi

Mercato auto Italia 2020: un novembre negativo per il settore

Il mercato auto Italia 2020 segna un altro dato particolarmente negativo per il mese di novembre 2020. Infatti a incentivi finiti e seconda ondata della pandemia le immatricolazioni auto segnano un -8,3% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Settore auto in crisi

Nel periodo gennaio-novembre 2019 in Italia sono state immatricolate 1.776.501 unità mentre nello stesso periodo del 2020 il dato segna un -29% con 1.261.802 immatricolazioni auto nel nostro Paese. Il settore è nuovamente in crisi e per questo UNRAE, FEDERAUTO e ANFIA chiedono un intervento del Governo a sostegno del settore.

I dati del mercato auto

Prestazioni negative per il noleggio sia a breve che a lungo termine con un calo del -19,4%. Le società di noleggio registrano una flessione del 45% nel mese di novembre. Per quanto riguarda il dato relativo alle alimentazioni delle nuove immatricolazioni auto calano i benzina con un -37,4%, i Diesel con un 28,4% e il metano con un 30,8%. Segno positivo per il mercato dei privati con un +12,2% e, tornando alla scelta alimentazioni, le auto ibride superano il 23% di quota del mercato (+206,7% auto ibride a novembre), 3,5% la quota di mercato delle ibride plug-in (+403,1% auto ibride plug-in a novembre) mentre la quota di mercato delle elettriche sale a 3,4% (+350,4% auto elettriche a novembre). Ottima prestazione anche per il GPL con un +14,3%.

Traina il segmento B

A livello di segmento e carrozzerie a salvarsi sono l’alto di gamma e il segmento B (quello delle utilitarie). Leggera flessione per berline e crossover, pesante flessione per i fuoristrada e grandi SUV mentre c’è un leggero aumento delle coupé.

Gruppi automobilistici

Per quanto riguarda le performance delle Case auto il mese di novembre vede in positivo il Gruppo FCA con +1,63 che viene trainato dalle vendite di Ferrari, Jeep e Maserati. In positivo anche il Gruppo Renault, il Gruppo BMW, Suzuki e il Gruppo Nissan. Male, tra gli altri, PSA, il Gruppo Volkswagen e il Gruppo Daimler.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati