Mercedes-AMG GT 63 E Performance: debutta con 843 CV di potenza

La batteria da 6,1 kWh assicura un'autonomia massima di 12 km

La tanto attesa Mercedes-AMG GT 63 E Performance è stata presentata poche ore fa. Abbiamo di fronte il veicolo di produzione più potente realizzato dalla casa automobilistica tedesca. Sotto il cofano si nasconde un motore V8 biturbo da 4 litri abbinato a un propulsore elettrico posizionato sull’asse posteriore. Quest’ultimo è integrato con una trasmissione a due velocità con innesto elettrico e un differenziale posteriore a slittamento limitato controllato elettronicamente.

Soli 2,9 secondi nello scatto da 0 a 100 km/h

Complessivamente, la nuova GT 63 E Performance riesce a sviluppare ben 843 CV di potenza e oltre 1400 Nm di coppia massima. Disponibile anche un generatore di avviamento a cinghia con 14 CV. Mercedes-AMG sostiene che la nuova vettura impiega soli 2,9 secondi per passare da 0 a 100 km/h e raggiunge una velocità massima di 316 km/h. Per quanto concerne i consumi, la nuova GT propone 8,6 l/100 km.

Accanto al powertrain elettrico c’è una batteria ad alte prestazioni da 6,1 kWh che pesa appena 89 kg e assicura fino a 12 km di autonomia in modalità full electric. La vettura viene fornita con un caricatore AC integrato da 3,7 kW, progettato per erogare rapidamente energia.

Una caratteristica fondamentale del pacco batteria è l’uso di un refrigerante con un liquido non conduttivo che scorre intorno a tutte le 560 celle e le raffredda singolarmente. Circa 14 litri di liquido di raffreddamento fluiscono continuamente attraverso il pacco batteria per mantenerlo alla temperatura ottimale di 45 °C, indipendentemente dalla frequenza con cui viene caricato/scaricato.

Sette modalità di guida fra cui scegliere

La nuova Mercedes-AMG GT 63 E Performance propone ben sette modalità di guida: Electric, Comfort, Sport, Sport+, Race, Slippery e Individual. Di serie troviamo le sospensioni pneumatiche AMG Ride Control+ con controllo automatico del livello e smorzamento adattivo regolabile elettronicamente. Non manca un impianto frenante con dischi carbo-ceramici (anteriori da 420 mm e pinze a sei pistoncini e posteriori da 380 mm con pinze a singolo pistoncino).

A livello estetico, la vettura propone poche modifiche rispetto alle altre vetture della gamma AMG GT Coupé4. Troviamo dei nuovi cerchi in lega leggera da 20” e 21”, i badge E Performance e i pacchetti AMG Night II, Night e Carbon. Passando all’abitacolo, sono state apportate alcune piccole modifiche con display e funzioni specifici per la ibrida.

 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati