Milano nubifragio: danni, disagi e allagamenti nel capoluogo lombardo

Problemi anche per la circolazione dei mezzi pubblici

Milano nubifragio: danni, disagi e allagamenti nel capoluogo lombardo

Milano va sott’acqua. Un violento nubifragio si è abbattuto sul capoluogo lombardo nel corso della notte e nelle prime ore della mattina, causando allagamenti e grandissimi disagi, in quasi tutti i quartieri cittadini. È esondato ancora una volta il fiume Seveso e sono state tantissime le chiamate ai Vigili del Fuoco per allagamenti, così come tanti automobilisti sono rimasti bloccati.

Problemi soprattutto a Nord Milano

La zona più colpita è stata quella a nord di Milano, in particolare i comuni di Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo, mentre una violenta grandinata si è abbattuta su Cusano Milanino, causando danni a diverse automobili parcheggiate in strada. Ora la pioggia è in diminuzione e verso ora di pranzo dovrebbe smettere, con il ritorno del sole nel corso del pomeriggio.

Ieri era stato emesso un avviso di criticità arancione (moderata) per temporali forti e per rischio idrogeologico, mentre oggi il Comune ha avvisato di evitare l’utilizzo dei sottopassi, a causa degli allagamenti, dove alcuni automobilisti sono rimasti bloccati all’alba.

Disagi anche sui mezzi pubblici

Non solo le auto stanno avendo dei problemi, ma anche i mezzi pubblici: la linea tranviaria è stata interrotta nei quartieri a Nord, con corse sostitutive degli autobus, e Trenord ha bloccato la circolazione tra Bovisa e Cadorna, per i danni causati dal maltempo a Milano Domodossola.

La metropolitana M5, infine, non sta operando la fermata Marche, non accessibile, a causa delle condizioni in superficie legate al maltempo. Insomma, un venerdì mattina da incubo per Milano e per il traffico.

(Photo credit: Twitter Gavagai)

5/5 - (1 vote)

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati