Nuova Dacia Duster 2022: prova su strada, debutta in Italia con prezzi da 12.950 euro [FOTO e VIDEO]

Svelati allestimenti e motori per il mercato italiano, la prova del 150 CV a benzina e 100 Cv GPL

La nuova Dacia Duster 2022 fresca di restyling è pronta a fare il suo debutto sul mercato italiano. Prima di approdare nei concessionari del nostro Paese (già dal mese di Settembre), il rinnovato SUV rumeno scopre le carte annunciando le informazioni relative alla composizione della gamma e al listino prezzi che accompagna la commercializzazione di nuovo Duster in Italia. L’abbiamo provato in anteprima nelle motorizzazioni TCe 150 con il cambio automatico EDC a 6 rapporti e con il tanto amato GPL 100 CV Eco-G

I prezzi partono da 12.950 euro

Aggiornato nel design, così come nei contenuti tecnologici e nelle motorizzazioni, la nuova Dacia Duster ha un listino prezzi che parte da 12.950 euro per la versione entry-level, ovvero l’allestimento Access con motore 1.0 TCe da 90 CV, per arrivare fino a 22.150 euro della versione top di gamma, vale la dire la Prestige equipaggiata col motore 1.3 turbo da 150 CV.

Rinnovamento al design e negli interni

A livello estetico il nuovo SUV di Dacia propone una nuova calandra ad effetto tridimensionale, così come sono stati ridisegnati anche i gruppi ottici anteriori e i fanali posteriori, seguendo il nuovo tratto stilistico ad “Y” ereditato dalla Dacia Sandero 2021. Ampliata la tavolozza dei colori per la carrozzeria e le finiture dei cerchi in lega da 16 e 17 pollici. Novità anche negli interni della nuova Dacia Duster dove troviamo un nuovo impianto multimediale con display touch da 8 pollici che integra la connettività smartphone Android Auto e Apple CarPlay, questo ultimo anche wireless.

Nuovi i sedili, più ergonomici, comodi e leggeri: su alcuni allestimenti è possibile averli anche riscaldati. Tra le sedute frontali appare un nuovo poggiabraccio, con un vano sottostante da oltre 1 litro di capacità. Sono presenti delle nuove prese USB di fronte al cambio. Disponibili anche il Cruise control e l’ingresso keyless con chiave elettronica (per la versione Prestige Up). Per le versioni diesel dotate di trazione integrale è anche presente un display dedicato con tutte le informazioni utili come altimetro, inclinazione longitudinale, laterale e bussola. A richiesta si può avere anche le telecamere perimetrali a 360 gradi, molto utili in città o in off-road. 

Dacia Duster 2021: la prova del benzina TCe 150 EDC6

Abbiamo iniziato il nostro test drive in anteprima con la motorizzazione più potente mai offerta nella gamma Duster, spinta da un 1.3 4 cilindri turbo benzina da ben 150 CV abbinato all’inedito cambio automatico EDC doppia frizione a 6 rapporti, una novità per la gamma Duster. Si tratta di una motorizzazione brillante, capace di assicurare uno scatto sullo 0-100 km/h coperto in soli 9,7 secondi, fino ad una velocità massima di circa 200 km/h. Reattivo e vivace per la vita di montagna, con tanta coppia e brio per affrontare le salite più ripide anche a pieno carico. Sicuramente un valido compagno anche per i lunghi viaggi, assicurando una marcia fluida e turistica, soprattutto rilassata e confortevole in ogni rapporto. Positivo l’ingresso in gamma del cambio automatico (solo su questa motorizzazione) così da farla sembrare un’auto di livello superiore, con una più piacevole esperienza di guida. I consumi si sono stabilizzati su circa 15 km al litro per un ciclo misto. 

Dacia Duster 2021: la prova del GPL da 100 CV 

Abbiamo avuto anche modo di provare la motorizzazione più amata dagli italiani, il nuovo 1.0 3 cilindri turbo benzina da 100 CV affiancato all’alimentazione GPL. Leggermente rivista la curva di coppia così da assicurare 170 Nm ad un regime leggermente inferiore, essendo quindi più scattante e fluido da utilizzare tutti i giorni. Migliorata l’esperienza di utilizzo del cambio manuale a 6 rapporti, ora più leggero e rapido negli innesti. Complessivamente migliorata la conduzione, ora più confortevole e vivace rispetto alle motorizzazioni GPL del passato. Aumentata anche la capacità del serbatoio GPL che guadagna 16,5 litri arrivando a quota 50 litri. Sommandosi agli altri 50 litri disponibili per la benzina, Dacia dichiara un’autonomia complessiva con un pieno di Benzina e di GPL da ben 1.250 km totali

Quattro motorizzazioni disponibili

Sul fronte delle motorizzazioni, la gamma della nuova Duster accoglie l’inedito propulsore 1.3 Tce benzina da 150 CV e il cambio automatico EDC a 6 marce. Dacia ha anche aggiornato l’apprezzato motore ECO-G 100 con un serbatoio di GPL cresciuto del 50% in capacità e ora in grado di offrire ben 1.235 chilometri d’autonomia combinata benzina/GPL.

A queste due motorizzazioni si affiancano il benzina 1.0 TCe 2WD da 90 CV ed il diesel 1.5 Blue dCi da 115 CV disponibile a due o a quattro ruote motrici con cambio manuale a 6 velocità.

 

La gamma della nuova Dacia Duster si compone di quattro livelli di allestimento: Access, Essential, Comfort e Prestige. A questi si aggiunge la novità Prestige UP, speciale versione, disponibile con solo motore GPL e diesel (entrambi 2WD), che propone un equipaggiamento di serie al gran completo che include anche key-less entry, Multiview Camera e ruota di scorta (quest’ultima solo su versione diesel).

I prezzi dell’intera gamma

Qui di seguito il listino completo della nuova Dacia Duster:

Motore 1.0 TCe 90 4×2
Access 12.950 euro
Essential 14.950 euro
Comfort 16.750 euro
Prestige 17.650 euro

Motore 1.0 TCe 100 CV GPL 4×2
Access 13.450 euro
Essential 15.450 euro
Comfort 17.250 euro
Prestige 18.150 euro
Prestige UP 18.450 euro

Motore 1.3 TCe FAP 150 CV EDC 4×2
Prestige 22.150 euro (la versione da noi provata)

Motore 1.5 Blue dCi 115 CV 4×2
Essential 16.700 euro
Comfort 18.500 euro
Prestige 19.400 euro
Prestige UP 19.900 euro

Motore 1.5 Blue dCi 115 CV 4×4
Comfort 20.700 euro
Prestige 21.600 euro

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Maeiano ha detto:

    Speravo nell’uscita di un mild Hybrid da 48 volt per dare un po’ di coppia in più al motore termico che secondo me è sottodimensionato

Articoli correlati