Nuova Lancia Thema 2011, tutte le caratteristiche, i prezzi e super galleria di fotografie

La nuova Lancia Thema promette di essere una delle auto più eleganti ed esclusive dell’attuale offerta del marchio torinese. La casa la definisce come la prima ammiraglia globale, che unisce il meglio dei due mondi creati dalla stessa Lancia e dalla nuova alleata americana Chrysler. Eleganza e alta tecnologie che cercano di sfruttare il rispettivo know-how per creare un veicolo che possa essere venduto in tutto il mondo, soddisfacendo il gusto di qualsiasi pubblico.

La Lancia Thema vuole essere una sfida aperta ad avversarie come BMW Serie 5, Mercedes Classe E e Audi A6. Abbiamo a che fare con una berlina dalle dimensioni davvero generose, dato che la lunghezza arriva fino a 5.08 m, mentre l’altezza di 1.50 m e la larghezza di 1.89 m completano il quadro.Il passo è superiore ai 3 metri, per garantire guidabilità e affidabilità. Già il look esterno tradisce l’anima Premium di questo veicolo. Gli interni in pelle Nappa e gli inserti in legno sono quanto di più esclusivo e fascinoso fosse possibile inserire nell’abitacolo. Naturalmente anche il sistema di Infotainment è di assoluta qualità, con sistema touchscreen, navigatore GPS Garmin, impianto audio di alto profilo e nove speaker disposti all’interno dell’auto.

All’inizio della sua commercializzazione, previsto per domani 21 ottobre, la Lancia Thema avrà a disposizione tre motorizzazioni diverse, tutte però da sei cilindri con cambio automatico e trazione posteriore. Iniziamo con il Pentastar da 3.6 litri di cilindrata, ereditato direttamente da Chrysler, in grado di sviluppare una potenza di 292 Cv con un consumo di 8,3 litri ogni 100 km ed emissioni di CO2 da 199 g/km. La velocità massima è di 230 km/h, mentre l’accelerazione da 0 a 100 avviene in 7,2 secondi. Le altre due alternative sono entrambe diesel, con una cilindrata da 3.0 litri e potenze da 190 e 224 Cv rispettivamente.

Da domani la nuova Lancia Thema sarà disponibile in tutti i concessionari, con prezzi che andranno da 41.400 € a 50.900 €.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    19 commenti

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Sergio Milone ha detto:

      Un’offesa alla cara vecchia THEMA, dov’è finita l’eleganza italiana? Le migliori carrozzerie sono sempre state le italiane, invidiate in tutto il mondo e Marchionne prende una 300M e la marchia Lancia. 4000 vendite in un anno? Ma a chi? Anche le auto blu degli onerovoli sono Audi…..

    • GINO ha detto:

      Sarà l’ennesimo flop delle ammiraglie italiane ! Ma dove ci presentiamo, al cospetto delle tedesche (e non solo), con quelle caratteristiche e, soprattutto con quei prezzi ???

    • Fausto ha detto:

      Che tristezza , e pensare che abbiamo insegnato a tutti come si fanno bene le auto, poi noi ci presentiamo al mondo così . Alle anziane Appia , Aurelia ,Fulvia etc.etc. Verranno le bolle di ruggine solo alla vista

    • Fabio ha detto:

      A voi sembra non vada bene MAI niente di quello che fanno le marche ITALIANE, possibile che se noi facciamo quello che fanno tutti gli altri, cioè utilizzare pianali in comune e piattaforme oramai unificate per tutti i costruttori dobbiate sempre additare il lavoro fatto remando sempre contro noi stessi? ma siete italiani o no? Secondo me questa Lancia Thema è veramente imponente ed elegante, bellissima limousine italo/americana, altro che tedesche! ma quali tedesche viste e riviste svegliatevi finti italiani! Avete provato a salirci l’avete vista dal vivo? è veramente un’auto stupenda sicura lussuosa e i prezzi sono giustissimi! volete la qualità e pagarla come una plebea golf? sempre i soliti discorsi da antiItaliani, 41.000 euro di partenza è un prezzo giusto per un marchio come Lancia che è un marchio di lusso, marchio di Lusso ci siamo?? anzi posso dirvi che riprende anche i canoni della prima lancia Thema, la Thesis era un ottima auto ma lontana dalle linee della prima thema questa sembra ripercorrere in attuale la prima thema degli anni 80! sempre a parlare male del gruppo Fiat, ma come si fa? poi volete che l’italia vada bene se i primi che la portano giu’ sono gli stessi semi-italiani che comprano tedesco perchè è piu’ cool..

    • luca ha detto:

      Questa sarebbe la nuova Thema???Mi spiace ma mi tengo la mia ,a mio parere , l’ultima grande berlina di Lancia,questa è il nuovo corso americano dato da Marchionne? Bella c…ta

    • Robj ha detto:

      Oggi ho provato la nuova thema 3000 diesel 224cv e devo dire che e’ un bel guidare, un ottimo motore ,un cambio automatico liscio e senza strattoni,un cruis control efficace,un video tach funzionante un bell’assetto .in definitiva una buona macchina ,deve piacere la linea.

    • federico_rimini ha detto:

      L’unico giudizio che mi sento di dare dopo averla provata è che NON è assolutamente una Lancia.
      E’ una bella macchina, ma è una macchina americana a tutti gli effetti: linea, finiture, motorizzazioni, assetto di guida e comportamento su strada … l’unica “cosa” che è Lancia è il prezzo: ma lo trovo completamente fuori mercato per un’auto americana.

    • BALDO ha detto:

      E’SOLO UNA VETTURA AMERICANA E NULLA PIU’

    • Sante Graziani ha detto:

      A mio avviso gli Italiani sanno giudicare le cose buone, e credo che la nuova Lancia Thema sia una di quelle. non posso giudicarla perchè non ne ho provata una, ma da quello che sono riuscito a scaricare sono convinto che sarà un successo.
      Premetto che possiedo un’audi A6 3000 quattro ruote motrici. Sono abbastanza esigente, ma bisogna essere obbiettivi, se si considera il reale utilizzo del sistema 4×4 in condizioni normali forze non ne vale la pena.
      Saluti e Auguri alla nuova Thema

    • Felice ha detto:

      La nuova Lancia Thema e’ molto bella e credo che
      avra’ successo, da anni la Lancia non ha modelli
      in grado di contrastare Audi,Bmw,Mercedes,
      pertanto tanti auguri a quest’auto anche se non e’
      interamente made in italy.

    • Dado ha detto:

      Io rimango un po’ sorpreso quando leggo certi commenti. Mi riferisco a quelli di alcuni lettori che si scaldano e si arrabbiano quando qualcuno critica il/i marchio/i di automobili che a loro piace. Ricordiamoci che i motivi per arrabbiarsi dovrebbero essere più seri. Quello che proprio non capisco è come si possa arrabbairsi se qualcuno critica, ad esempio, la nuova Thema, accusandolo di essere anti italiano. Sinceramente credo che l’italianità dovremmo esibirla in altri campi e su altri temi che non siano il mercato dell’automobile. Se un’auto mi piace dico che mi piace, se non mi piace dico che non mi piace, indipendentemente dalla nazionalità del fabbricante. Se entriamo nel merito della Fiat poi, ci sarebbero molte ragioni per criticare la gestione di Marchionne, a partire dal modo in cui tratta i lavoratori, riducendo i loro diritti, per arrivare al fatto che la Fiat ha preso per anni incentivi statali di ogni tipo, non ha investito in innovazione e ora utilizza la crisi economica come scusa per chiudere le fabbriche in Italia e spostarle nei paesi dove la manodopera costa meno. Difendere la Fiat e Marchionne mi sembra decisamente fuori luogo.

    • alfadoc ha detto:

      Beh una cosa che non digerisco di quest’auto è che sia precisa e identica ad un’altra, cioè il fatto che non abbia un ‘unicità, ma infondo lo fa pure Opel/Vauxhall.
      Per quel che riguarda la linea sicuramente si notano linee americane, ma si notano anche linee italiane, certamente il frontale non è americano, e basta pensare al modello antecedente della 300c per capirlo, ma basta guardare anche le cagate di auto americane per capire che sulla Thema tutto quel che vediamo non è affatto “totally” americano!!!
      Cmq aldilà di tutto ciò non si può dire che non sia (nel complesso) un abuona auto!!!
      A mio dire per me questo è un esperimento, anche per poter fare cassa e andare avanti fino alla fine della crisi rinnovando la gamma senza troppe spese!!!le prossime lancia secondo me condivideranno pianali e meccanica con crysler ma avranno identità diverse, e poi cmq non dimentichiamo che la Thema per quel che concerne i motori Diesel è equipaggiata con prodotti italiani!!!

    • Giuseppe Sgarbi ha detto:

      Una bellissima auto. Bravo Marchionni.Imponente e ben rifinita. Certi commenti e critiche sono fuori luogo.

    • beppevicenza ha detto:

      Ma potendo scegliere tra una BMW, un’AUDI o una Mercedes chi di voi comprerebbe questo restyling di una Chrysler?
      Ne ho vista solo una finora ed era un’auto test drive. vista da vicino non sembra una Lancia o tantomeno un’auto europea.
      Vedremo quante ne venderanno

    • Jonn ha detto:

      Caro Fabio leggi il commento di Dado e la Fiat….mandiamola in U.S.A.

    • Jonn ha detto:

      Dimenticavo..il marchio…dovrebbero chiamarla chessò….Agnelli-chrisler…Marchionne-chrisler ma evitare un nome improprio come:FABBRICA ITALIANA AUTOMOBILI TORINO

    • giulio ha detto:

      ma si sono accorti di che cosa hanno fatto ?? penso si sia toccato il fondo …un aborto …e pensano magari di venderla ??

    • Birillo ha detto:

      L’unico difetto concreto di quest’auto è la scarsa scelta tra motorizzazioni e versioni. Comunque la preferirei rispetto ad una tedesca, essendo una vettura solida e sovradimensionata, quindi più affidabile rispetto alle concorrenti tedesche.
      Peccato che non sia prodotta in Italia, comunque ritengo più importante realizzare in Italia le auto del segmento di volume (Panda, Punto ecc) e i modelli di assoluta eccellenza (Ferrari, Maserati), i primi per garantire i posti di lavoro e i secondi per tutelare la produzione di eccellenza nel nostro paese.

    • aurelio ha detto:

      una macchina americana con il prezzo di una Italiana, fatela pagare quanto costerebbe in america e poi potremmo riparlarne (attorno ai 25-30.000 Dollari)

    Articoli correlati