Nuova Volkswagen Polo vince il titolo di World Urban Car 2018

La compatta tedesca ha battuto Ford Fiesta e Suzuki Swift

Volkswagen Polo - La sesta generazione della Volkswagen Polo ha conquistato il prestigioso riconoscimento dei Wolrd Car Awards 2018 dedicato alle compatte per la città battendo in finale la Ford Fiesta e la Suzuki Swift.
Nuova Volkswagen Polo vince il titolo di World Urban Car 2018

In occasione dei World Car Awards 2018 assegnati in apertura del Salone di New York la nuova Volkswagen Polo è stata eletta World Urban Car dell’anno. La compatta tedesca, best-seller assoluta del marchio di Wolfsburg insieme alla Golf, ha battuto la concorrenza di Ford Fiesta e Suzuki Swift, le due vetture che insieme alla Polo erano giunte alla fase finale dopo la prima selezione nella quale erano in modelli in gara erano otto.

I giornalisti dell’automotive, provenienti da 24 Paesi di tutto il mondo, chiamati a giudicare hanno dunque premiato la Volkswagen Polo come auto dell’anno tra le vetture per la città. La vittoria della Polo, che succede alla BMW i3 che era stata elettra World Urban Car 2017, è il sesto riconoscimento ottenuto da Volkswagen nei 14 anni di storia del premio. In passato Volkswagen ha anche vinto il titolo di World Car of the Year per quattro volte: nel 2009 con la Golf, nel 2010 con la Polo, nel 2012 con la Up! e nel 2013 ancora con la Golf.

L’intero team di Volkswagen è felice di aver vinto il premio World Urban Car 2018 con la Polo“, ha dichiarato Klaus Bischoff, responsabile del Design Volkswagen Design. “Con circa 17 milioni di unità vendute, la Polo è una delle auto compatte di maggior successo di tutti i tempi e un pilastro del nostro marchio. E la sesta generazione, basata sulla piattaforma MQB, è ancora più sportiva e ricca rispetto ai suoi predecessori“.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati