Piano sicurezza stradale: obiettivo “zero vittime” entro il 2050

Formazione, rinnovo del parco auto e manutenzione stradale

Piano sicurezza stradale: obiettivo “zero vittime” entro il 2050

Un nuovo piano per la sicurezza stradale, con l’obiettivo di arrivare all’ambizioso obiettivo delle “zero vittime” entro il 2050. Un percorso lungo, annunciato dal ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibile Enrico Giovannini, nel giorno in cui si celebra la Giornata Mondiale in memoria delle vittime della strada.

Italia in ritardo

Non sarà semplice, visto che l’Italia parte da un dato poco confortante: nonostante il lockdown del 2020, con due mesi praticamente senza auto sulle strade ed una circolazione comunque ridotta per quasi tutto l’anno scorso, non è stato raggiunto l’obiettivo europeo di dimezzare le vittime nella decade 2011-2020.

Anche i numeri di inizio 2021 non sono stati positivi, con +22,3% di morti sulle strade tra gennaio e giugno. Per questo, è “necessario procedere con rapidità. Dobbiamo affrontare il modo strutturale questi aspetti – ha proseguito il ministro – sapendo che ogni vittima evitabile, è una vittima di cui dobbiamo portare la responsabilità”.

Tre strade da percorrere

Saranno tre le strade da percorrere, per raggiungere l’obiettivo. Uno è legato alla formazione dei conducenti, per renderli più disciplinati e rispettosi del codice della strada. Poi c’è il tema del rinnovo del parco auto: vetture più moderne vuol dire più sicurezza, anche grazie ad un aumento della tecnologia di assistenza alla guida presente sui vari modelli. Si continuerà a procedere con gli incentivi, anche se attualmente non sono compresi nel disegno di Legge Bilancio 2022.

Ultimo, ma non per importanza, c’è il tema della manutenzione delle strade. Sono stati stanziati oltre 3 miliardi per l’adeguamento delle strade regionali e provinciali, in quest’ultimo disegno di legge, ma molte di esse sono ancora in ritardo e, quindi, più pericolose. Tre pilastri per raggiungere le zero vittime, un obiettivo “non impossibile”.

Rate this post

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati