Porsche 911 GT3 2021: i 7 “segreti” che forse non conosci

Alcuni dei punti più interessanti della nuova Porsche 911 GT3

Porsche 911 GT3 2021: i 7 “segreti” che forse non conosci

Da qualche settimana è stata presentata la Nuova Porsche 911 GT3 992, l’ultima arrivata della famiglia GT che promesse un grande salto in avanti rispetto alla generazione 991.2. L’abbiamo già vista in diverse salse, dal record sul circuito del Nurburgring, l’abbiamo configurata secondo il nostro gusto personale, abbiamo visto i test di collaudo del suo propulsore e ora vogliamo farvi scoprire alcune curiosità davvero molto interessanti, che probabilmente non conoscete ancora. 

1) Un motore derivato dalla GT3 Cup 

Ve ne avevamo già parlato in qualche articolo in passato, ma è ormai certo che il nuovo flat-six 4.0 aspirato da 510 CV e 475 Nm di coppia è un diretto discendente del propulsore utilizzato sulla GT3 Cup, auto da pista impegnata nel campionato monomarca di Porsche. La casa tedesca fa sapere che “si tratta del motore stradale più vicino ad un esemplare da gara”. Le differenze tra le due unità sarebbero infatti minime, con qualche accorgimento sulla linea di scarico e sulle regolazioni della centralina per rispettare le norme antinquinamento. Nonostante ciò, sappiamo che si tratta di un motore davvero affidabile, capace di resistere per oltre 5.000 km ad una velocità media di 300 km/h

2) Sospensioni dedicate

La nuova 911 GT3 2021 non condivide infatti alcun componente con le sospensioni delle altre Porsche 911 992 a listino. All’anteriore troviamo un sistema con doppio braccio oscillante direttamente derivato dalla GT3 Cup e dalla 911 RSR, adattato per l’utilizzo stradale. Sarebbero netti i miglioramenti rispetto alla GT3 991.2, “mai fino ad ora Porsche si era spinta così tanto nel replicare le caratteristiche di un’auto da pista, anche su strada” fa sapere un tecnico Porsche ai microfoni di una rete inglese. Nel posteriore troviamo invece un più tradizionale Multi-link ma con giunti sferici integrati, per migliorare la stabilita in curva e la capacità di assorbire le ondulazioni del manto stradale. 

3) Aerodinamica regolabile 

Valori di downforce molto elevati non sposano alla perfezione l’utilizzo dell’auto su strada, dal momento che influiscono negativamente sui consumi e sulla velocità massima,  andando invece a braccetto con i tempi sul giro di alcuni circuiti non particolarmente veloci. Per questo motivo Porsche ha dotato la nuova GT3 di un pacchetto aerodinamico regolabile a piacimento, così da impostare lo splitter anteriore e l’estrattore secondo le esigenze del proprietario. Porsche fa comunque sapere che anche in configurazione standard, il carico aerodinamico è del 50% superiore rispetto alle GT3 precedente. La deportata quindi può aumentare fino al 150% rispetto sia all’anteriore che al posteriore. 

4) Pneumatici da pista omologati per la strada 

La nuova Porsche 911 GT3 disporrà infatti come optional di un set di pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 R, gli stessi impiegati dei tecnici Porsche per segnare il giro record sul circuito del Nurburgring. Si tratta di un set estremamente precauzionale, in pratica delle gomme slick ma con qualche intaglio sul battistrada per poter ricevere l’omologazione stradale. Le dimensioni sono di 255/35 R20 all’anteriore e 315/30 R21 nel posteriore, con indice di velocità Z per poter resistere a qualsiasi velocità. 

5) Una grafica dedicata per l’utilizzo su pista 

Quando si spinge l’auto al massimo sui circuiti non si necessita di particolari informazioni se non il tachimetro dei giri, la velocità, la marcia utilizzata e al massimo la temperatura di gomme, olio e acqua. Sul display di sinistra infatti si può impostare la grafica dedicata che racchiude solo le informazioni necessarie. Con il pacchetto Chrono si può disporre di un cronografo analogico al centro della plancia e di uno digitale nella strumentazione per poter tenere traccia dei propri tempi sul giro tramite il GPS integrato, confrontandoli con quelli di altri utenti e altri circuiti tramite l’app Porsche Track Precision per smartphone. 

6) Riduzione meticolosa del peso 

Grande impegno è stato riposto dai tecnici di Porsche per ridurre il peso della Nuova Porsche 911 GT3 2021, lavorando nella componentistica di alcuni materiali e “rosicchiando” kg utili ovunque fosse possibile. Nonostante siano stati impiegati dei cerchi di dimensioni più grandi rispetto all’edizione precedente, si è riusciti a contenere il peso di circa 2 kg con i nuovi cerchi in lega ultraleggera. Il cofano, lo splitter e lo spoiler sono realizzati in plastica rinforzata con fibra di carbonio, come i vetri ultra sottili e i sedili in carbonio non regolabili (- 12 kg). Nel complesso l’auto pesa circa 1.420 kg, più o meno come la versione precedente, considerando però che è leggermente più lunga e più larga. 

7) Chiave d’accesso completamente personalizzata 

Tramite il sito del configuratore europeo, oltre alle migliaia di optional disponibili, si può anche decidere come realizzare la propria chiave della Porsche 911 GT3. Si può scegliere il materiale della fodera, il colore della chiave, il colore delle cuciture e molto altro. 

 

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati