PSA: partnership con Total per la produzione di batterie in Europa

Nasce la joint venture ACC, stabilimenti in Francia e Germania

PSA: partnership con Total per la produzione di batterie in Europa

Il Gruppo PSA e Total hanno siglato un accordo per la produzione di batterie in Europa. Le due società hanno creato ACC (Automotive Cells Company), una joint venture in cui vengono riunite le competenze sul tema dei due partner, per sviluppare e produrre le batterie al più alto livello di prestazioni globali. Il progetto si avvale del sostegno finanziario delle autorità francesi e tedesche.

La produzione partirà nel 2023

Total/Saft porterà la sua esperienza nella ricerca, sviluppo e industrializzazione, mentre Groupe PSA la sua conoscenza del mercato automobilistico e la sua esperienza nella produzione su larga scala. La joint venture ACC avrà Yann Vincent come direttore generale e responsabile dell’implementazione e dello sviluppo, mentre Ghislain Lescuyer è stato nominato presidente del consiglio di amministrazione.

Il centro di ricerca e sviluppo di Bordeaux e il sito pilota di Nersac in Francia sono già in fase di avvio per consentire lo sviluppo di nuove tecnologie di batterie agli ioni di litio ad alte prestazioni. Al termine di questa fase di ricerca e sviluppo, è previsto l’avvio della produzione in serie in due “GigaFactories”, a Douvrin in Francia e a Kaiserslautern in Germania. La produzione partirà nel 2023.

Gli obiettivi della società ACC

La nascita di questa joint venture ha l’obiettivo di rispondere alle sfide della transizione energetica, riducendo l’impatto ambientale, e di garantire l’indipendenza industriale dell’Europa sia per la progettazione che per la produzione di batterie con batterie con una capacità iniziale di 8 GWh per raggiungere una capacità complessiva di 48 GWh entro il 2030 in tutti e due gli stabilimenti.

Questo progetto si avvale del sostegno finanziario delle autorità francesi e tedesche per un importo complessivo di 1,3 miliardi di euro. Ha ricevuto l’accordo delle istituzioni europee grazie al progetto IPCEI che dimostra la sua dimensione strategica per la transizione energetica della mobilità. L’intero progetto rappresenta più di 5 miliardi di euro di investimenti.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati