Rolls-Royce Phantom, si lavora sulla prossima generazione

Non prima del 2017

Rolls-Royce Phantom - Per la prossima Phantom si punterà su meno peso, più fibra di carbonio e alluminio e un design totalmente rinnovato
Rolls-Royce Phantom, si lavora sulla prossima generazione

Pur essendo stata aggiornata al recente Salone di Ginevra 2014, la Rolls-Royce Phantom inizia a mostrare la sua età dopo aver trascorso tutti questi anni sulla scena da protagonista di auto luxury. Di conseguenza è arrivato il momento per il marchio di Goodwood di lavorare su un modello tutto nuovo, secondo una voce di corridoio.

Previsto approssimativamente fra tre anni, la nuova Phantom dovrebbe perdere non poco peso rispetto al modello attuale visto che il brand inglese starebbe considerando un pianale realizzato in alluminio e una carrozzeria in fibra di carbonio. Per il momento non sappiamo se lo stabilimento BMW che produce gli elementi in fibra di carbonio potrà soddisfare la domanda addizionale anche per Rolls-Royce, ma il marchio tedesco ha da poco annunciato che ha intenzione di aumentare la produzione della fibra di carbonio fino a 9,000 tonnellate approssimativamente ogni anno.

Oltre al fatto che la futura Phantom andrà incontro ad una dieta massiccia, il direttore del design Rolls-Royce, Giles Taylor, ha svelato ad Autocar queste parole: “Non sono limitato al design attuale. Prenderemo una via evolutiva e avremo una nuova visione della modernità. Vogliamo più carisma e più impatto per il futuro.” Per il momento non si hanno altre indicazioni sull’auto, ma il costruttore d’oltremanica con la doppia R non dovrebbe accantonare il suo V12, tanto caro alla clientela, tuttavia una versione ibrida ricaricabile e persino un’alternativa elettrica non sono da escludere.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati