Sciopero 11 ottobre: stop ai trasporti, cortei in diverse città e traffico in tilt

Disagi alla circolazione a Milano, Roma e Genoa

Sciopero 11 ottobre: stop ai trasporti, cortei in diverse città e traffico in tilt

Si fanno sentire i disagi causati dallo sciopero generale nazionale di 24 ore, iniziato ieri sera alle 21 e che andrà avanti fino alle 21 di oggi lunedì 11 ottobre, di tutti i settori pubblici e privati proclamato da Cobas, Usb e i principali sindacati di base (Cub, Unicobas, Sgb, Orsa).

Tra i settori nei quali sono attesi i disagi maggiori c’è quello dei trasporti, con la protesta che coinvolge il trasporto pubblico locale, il trasporto ferroviario e quello aereo.

Le ragioni dello sciopero

Lo sciopero di oggi proclamato dalle organizzazioni sindacali è “contro le politiche del governo Draghi e dell’Unione Europea che scaricano la crisi sulle spalle dei lavoratori e delle lavoratrici ad esclusivo vantaggio della classe padronale e del potere finanziario”. I sindacati argomentano i maniera differente le varie motivazioni della protesta, tra cui: l’opposizione a tutti i licenziamenti, l’introduzione del Green Pass, la lotta alle discriminazioni ed alla precarietà e la richiesta di garanzia del reddito e di sicurezza sul lavoro.

Circolazione bloccata

Oltre a temere, in scia a quanto successo sabato a Roma con l’assalto della sede della Cgil, possibili disordini e tafferugli nei cortei previsti in diverse città, si registrano pesanti disagi alla mobilità, con strade paralizzate e traffico in tilt

Milano

A Milano le fasce orarie interessate dallo sciopero del trasporto pubblico, linee di superficie e metropolitane, sono le seguenti: 8:45-15 e 18-fine servizio. Al momento non si registrano grossi disagi per le metropolitane, mentre per bus e tram i ritardi sono prevalentemente dovuti al traffico più intenso. Circolazione che fa i conti anche con il corteo, partito alla 10 da via Pantano, sotto la sede di Assolombarda. 

Roma 

Lunedì di passione per gli automobilisti anche anche a Roma, dove alla sospensione del servizio di trasporto pubblico locale della capitale, si aggiunge il corteo dei manifestanti partito da piazza della Repubblica alle 10 per terminare a piazza Santi Apostoli dove è previsto l’appuntamento conclusivo della protesta per le 12:30. Passaggio del corteo che fa scattare chiusure al traffico, oltre a possibili temporanee deviazioni o limitazione per diverse linee bus. 

Genova

Forti disagi a Genova dove questa mattina la protesta è partita con il blocco dei portuali. Nel capoluogo ligure si contano oltre 1.500 partecipanti che hanno dato vita a un corteo, partito dal terminal traghetti, per poi sdoppiarsi in due, con una parte dei manifestanti che ha attraversato la Sopraelevata ed un’altra che è passata sotto. Immediate e pesanti le ripercussioni sul traffico, con la circolazione praticamente bloccata in tutto il Ponente. 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati