Scuderia Cameron Glickenhaus SCG 003: un bolide fatto per correre [FOTO LIVE]

Gentleman start your engine!

L'ultima vettura sviluppata dal team Glickenhaus si chiama SCG 003 ed è in mostra al Salone di Ginevra nella veste Stradale e Competizione

Scuderia Cameron Glickenhaus SCG 003 – Non sarà un tratto del Nürburgring, ma la pedana su cui posa la SCG 003 Competizione esalta lo stesso le caratteristiche di questa vettura. La livrea gialla, il muso da squalo che ne decora il frontale, il numero da gara che il team spera si tramuti in 1. Un concentrato di dettagli da vera racing car.

Anticipata di recente, la SCG 003 ha un design ricercato e un corpo vettura che assomiglia più a un prototipo da Le Mans Series piuttosto che a una supercar. Eppure una versione Stradale è già in programma, è già presente nelle forme di quell’esemplare che staziona affianco alla poderosa versione da corsa. Il colore scuro esalta la trama della fibra di carbonio che corre lungo la carrozzeria, per immergersi o inerpicarsi lungo i fianchi muscolosi e il cofano elaborato. Le prese d’aria modellano il frontale, su cui troneggia il logo della Scuderia Cameron Glickenhaus. Particolare anche la forma sottile degli specchi laterali, così come i lati della vettura scavati e la posizione delle luci, probabilmente di tipo LED, distese lungo una sezione dell’ampio frontale. Come la parte anteriore, così al posteriore il disegno futuristico e schiacciato di questa vettura sorprende, caratterizzato da sottili gruppi ottici. L’abitacolo, invece, sembra riproporre i tipici interni di auto da corsa, declinati alla massima sportività, efficienza e al contenimento del peso complessivo.

La Stradale (SCG 003S) e la Competizione (SCG 003C) sarebbero entrambe sviluppate usando la fibra di carbonio, ma mentre la prima dovrebbe essere dotata di un motore V6 twin-turbo in fase di sviluppo, la seconda più performante sarebbe spinta da un V6 da 3.5 litri Honda sempre del tipo twin-turbo da 530 cavalli (389,5 kW) e 700 Nm di coppia a 6.800 giri, abbinato a un cambio sequenziale. Il suo peso ammonterebbe a 1.350 chilogrammi, il cui rapporto di distribuzione delle masse sarebbe pari a 49:51. Tra le specifiche risulterebbero anche sospensioni a doppia forcella con sistema di regolazione degli ammortizzatori KW e cerchi in lega da 18 pollici.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati