Auto benzina e diesel al bando entro il 2035: l’Italia vuole rivedere il piano europeo sulle emissioni

Giorgetti: "Chiederemo all'Ue la revisione del pacchetto Fit for 55"

Auto benzina e diesel al bando entro il 2035: l’Italia vuole rivedere il piano europeo sulle emissioni

Gli obiettivi sull’abbattimento delle emissioni del settore automobilistico e lo stop alla vendita di auto con motore a combustione termica entro il 2035, sono essenzialmente queste le misure, previste dal pacchetto climatico Fit for 55, che il governo italiano chiederà di rivedere alla Commissione europea.

A ribadire l’intenzione dell’esecutivo nel proporre degli aggiustamenti a quanto stabilito nel piano Fit for 55 per il settore auto è stato il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, rispondendo alle interrogazioni di alcuni deputati, durante il question time alla Camera, in merito all’impegno del governo a supporto del settore dell’automotive italiano. 

Necessità di considerare le caratteristiche industriali del sistema produttivo italiano

Queste le parole del ministro dello Sviluppo economico alla Camera: “Alla luce del nuovo pacchetto climatico della Ue denominato Fit for 55, tengo a precisare che, per quanto gli obiettivi della transizione siano fondamentali, al contempo va considerata l’alta vocazione industriale italiana e le caratteristiche manifatturiere del nostro sistema produttivo, che rischia di essere il più esposto rispetto a quelli dei grandi competitori industriali europei”.

“Per questo motivo – ha aggiunto Giorgetti – il ministero dello Sviluppo economico ritiene necessario proporre alla Commissione europea una revisione del pacchetto a fine di favorire una gestione della transizione ecologica che tenga conto delle esigenze dell’industria automobilistica italiana e gli aspetti sociali ad essa legata, tematiche anche di recente ribadite nell’ambito della conferenza di Glasgow Cop 26 dove l’Italia, insieme alla Germania, non ha condiviso le conclusioni”.

Impegno a favore del comparto auto

Lo stesso Giorgetti ha poi rassicurato sull’attenzione del governo verso il settore dell’auto: “Ribadisco l’impegno a mettere in campo tutti gli interventi necessari per sostenere il settore e accompagnarlo nella sua transizione ecologica”, Interventi tra i quali ricade la possibilità di rifinanziare gli incentivi per il 2022.

5/5 - (1 vote)

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati