Subaru Forester e-Boxer 2021: PROVA SU STRADA del SUV ibrido [FOTO]

Le impressioni di guida ed i consumi del modello delle Pleiadi

La Subaru Forester è uno dei modelli più venduti del marchio delle Pleiadi, sin dal primo lancio dell’ormai lontano 1997. Ora il SUV è arrivato alla sua quinta generazione ed entra nell’era dell’elettrificazione, con la versione e-Boxer, quella ibrida leggera, con l’obiettivo di risparmiare su consumi ed emissioni.

È presente anche qualche modifica dal punto di vista estetico e nelle dimensioni, grazie alla nuova piattaforma SGP, più rigida del 70%. Abbiamo avuto l’occasione di tenere la vettura alcune settimane, per verificare come si comporta su strada questo modello, da noi provato nell’allestimento top di gamma Premium.

Design e dimensioni

Partiamo dalle dimensioni, aumentate per fornire maggiore comfort a bordo, rispetto alla quarta serie. La Subaru Forester è più lunga di 1,5 centimetri e più larga di 2 centimetri, per arrivare ad una lunghezza di 4,625 metri ed una larghezza di 1,815 metri, con un’altezza di 1,73 metri. Il cambiamento più importante, però, lo ritroviamo nel passo, allungato di ben 3 centimetri (ora è 2,67 metri), di cui parleremo più approfonditamente nel corso di questa prova.

A livello estetico non sono stati numerosi i cambiamenti, pur non mancando qualche aggiornamento, per rendere la vettura più moderna ed elegante. L’anteriore ha guadagnato nuove finiture cromate attorno ai fendinebbia ed ai fari, le paratie silver nella parte inferiore della carrozzeria aumentano il senso off-road della vettura, così come è stato aggiornato il design dei cerchi da 18” dark metallic. Infine, i gruppi ottici LED posteriori presentano una nuova forma a C.

Interni e tecnologia

Entrando nell’abitacolo, si nota immediatamente il grande spazio disponibile, anche per i passeggeri posteriori. A questo proposito, oltre al passo allungato di cui abbiamo già parlato, è stata aumentata la distanza tra i passeggeri anteriori e posteriori di 33 mm, aumentando così il comfort di chi è seduto nel posteriore, dove si può viaggiare con discreta comodità anche in tre. Con il comfort dei sedili in pelle (riscaldabili anche dietro), delle bocchette dell’aria e delle prese USB.

Le rifiniture dell’abitacolo sono buone, con plastiche morbide e la pelle sul pannello della portiera, così come non manca ovviamente tanta tecnologia, con il sistema di infotainment Subaru Starlink. La grafica è però un po’ retro e non è così intuitivo nel suo utilizzo, in particolare nella navigazione, pur avendo disponibili tutte le funzioni necessarie, compresa la compatibilità smartphone con Apple CarPlay e Android Auto. Presenti numerosi vani portaoggetti ed una doppia porta USB.

Chiudiamo questa parte parlando del bagagliaio, con una capienza base di 509 litri, con la possibilità di arrivare a 1.779 litri abbattendo i sedili posteriori, secondo lo schema 60:40. Uno spazio adeguato per poter viaggiare con i bagagli per una famiglia, con il nuovo portellone elettroattuato, più veloce del precedente.

Prova su strada

Ora entriamo nella parte più interessante dell’articolo, cioè la prova su strada della Subaru Forester e-Boxer. Il SUV delle Pleiadi è spinto dal motore 2.0 aspirato benzina quattro cilindri da 150 CV e 194 Nm di coppia massima, abbinato al motore elettrico sincrono trifase a magneti permanenti da 12,3 kW e ad una batteria agli ioni di litio da 13,5 kW. Con una percorrenza dichiarata di un paio di chilometri in elettrico, fino a 40 km/h, ma noi siamo riusciti a fare solo pochi metri, poi entra il termico. Dunque, un sistema full hybrid, ma con caratteristiche più da mild hybrid.

Tuttavia, la modalità elettrica supporta quasi tutte le manovre, comprese la ripartenza da fermo in salita e nella guida off-road. La Subaru Forester si mostra ben bilanciata e gradevole alla guida, con un’agilità anche abbastanza sorprendente, considerando la grande mole del mezzo. Lo sterzo regala un ottimo feeling e la trazione integrale permanente aiuta a disegnare le curve, seppur l’insonorizzazione non sia sempre perfetta e, a velocità più elevate, disturba un po’. In questo, ha un suo peso il cambio automatico CVT a sette rapporti che tiene sempre il motore ad alti regimi.

Si possono scegliere due modalità di guida: Intelligent e Sport, con la seconda in grado di fornire una coppia maggiore in minor tempo e dare un po’ più di sprint alla vettura, seppur la mole e l’aerodinamica della Forester non aiuti ad avere prestazioni particolarmente brillanti. Tramite la manopola XMode, invece, si può scegliere di cambiare l’assetto della vettura, in caso si percorrano tratti di strada sterrati, innevati o particolarmente complicati. Per andare in off-road, dove la vettura si comporta sempre con sicurezza e non andando mai in crisi, anche in percorsi più difficili.

Consumi

Parliamo ora un po’ di consumi. La casa giapponese ha dichiarato 8,1 litri ogni 100 chilometri nel ciclo misto, ma il nostro percorso di oltre 750 chilometri ha visto un consumo di 9,4 litri ogni 100 chilometri, come visto dal computer di bordo. In autostrada, a velocità costante di circa 130 km/h, si abbassa un po’ la media, arrivando a 8,9 l/100 km, ma nel complesso non è una vettura particolarmente parca nei consumi. D’altra parte, i 1.656 chilogrammi si fanno sentire.

Allestimenti e Prezzi

Quattro gli allestimenti disponibili per la Subaru Forester e-Boxer, già piuttosto ricco nella versione di serie Free, con cerchi in lega 17”, climatizzatore automatico bizona, fari LED autolivellanti, Subaru Intelligent Drive, sistema audio DAB+ ed infotainment Starlink, con Apple CarPlay e Android Auto, telecamera posteriore e selettore X-Mode. Salendo di livello troviamo la versione Style, per poi arrivare alle versioni top di gamma Premium e 4dventure, l’ultimo allestimento nato e dedicato al fuoristrada.

Il listino prezzi della Subaru Forester e-Boxer parte da 35.500 euro per l’allestimento di serie, si sale a 38.500 per la versione Style, ma se ci vogliamo mettere al volante della versione Premium, cioè quella guidata da noi in questa prova, si arriva a 43.000 euro. La 4adventure ha un prezzo di 42.500 euro.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Spazio interno, comfort al volante e off-roadInfotainment, insonorizzazione e consumi elevati

La Pagella di Motorionline

Motore:★★★★½ 
Ripresa:★★★★½ 
Frenata:★★★★☆ 
Sterzo:★★★★½ 
Tenuta di Strada:★★★★★ 
Comfort:★★★★½ 
Posizione di guida:★★★★½ 
Dotazione:★★★★½ 
Qualità/Prezzo:★★★★☆ 
Design:★★★★½ 
Consumi:★★½☆☆ 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati