Uber, corse gratis nel giorno dello sciopero dei trasporti pubblici

Cgil: "Fanno come i fascisti"

Uber gratis durante lo sciopero dei mezzi - Mentre i sindacati del trasporto pubblico scioperano in tutta Italia Uber ne approfitta lanciando un'iniziativa che offre corse gratuite ai nuovi clienti che si presentano con biglietto e abbonamento dei mezzi pubblici. Mossa che scatena ancora una volta numerose polemiche contro l'app di noleggio privato con autista.
Uber, corse gratis nel giorno dello sciopero dei trasporti pubblici

Uber, servizio di trasporto automobilistico privato, coglie la palla al balzo e nella giornata di oggi, in cui è in atto lo sciopero nazionale di 4 ore dei mezzi pubblici, offre la possibilità di viaggiare gratuitamente ai nuovi clienti che prenotano una corsa e si presentano in auto con il biglietto o l’abbonamento dei mezzi pubblici. Iniziativa valida in quattro città: Milano, Roma, Torino e Genova.

L’offerta di Uber, com’era facilmente prevedibile, ha provocato una serie di polemiche e accuse nei confronti della multinazionale americana. Tra coloro a cui non è andata giù la mossa di Uber c’è Giovanni Maggiolo della Unica Cgil che ha commentato: “Fanno come i fascisti che guidarono i tram durante la guerra, con i tranvieri in sciopero. Una proposta bieca, tutto pur di farsi pubblicità“.

Alle polemiche che stanno ricadendo su Uber in merito a questa iniziativa l’app del servizio di trasporto a noleggio con autista si difende attraverso le parole della general manager di Uber, Benedetta Arese Lucini, che spiega: “Con questa iniziativa vogliamo fare la nostra parte per aiutare i milanesi a muoversi in un momento di difficoltà. La promozione favorisce la mobilità sostenibile e integrata e promuove la sharing economy“.

Di avviso decisamente diverso rispetto alle dichiarazioni della Arese è Riccardo De Corato, vicepresidente del consiglio comunale di Milano e capogruppo di Fdi-An in Regione, che in maniera provocatoria ha commentato così l’iniziativa di Uber: “Evidentemente il settore privato che ha messo sul piede di guerra tassisti e noleggiatori regolari, scatenando polemiche a non finire, deve farsi perdonare la cattiva pubblicità determinata da qualche suo autista“.

Qualche settimana fa Uber aveva già adottato questa strategia, come in occasione della settimana della moda a Milano e durante una giornata di sciopero dei mezzi pubblici locali a Genova. Iniziativa che ha dimostrato di fare bene alle casse di Uber con l’incremento in una giornata del numero degli iscritti (+200%) e delle corse effettuate (+57%).

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Guide e utilità

Uber: cos’è e come usarlo

Come funziona il più famoso (e criticato) servizio di trasporto automobilistico privato
Uber è il noto servizio di trasporto automobilistico privato che mette in collegamento passeggeri e autisti tramite un’app, scaricabile direttamente
Guide e utilità

Uber: 10 cose da sapere

Non avete mai viaggiato con Uber? Ecco come funziona il servizio
In Italia ormai tutti conoscono Uber, il servizio di trasporto automobilistico privato che mette in collegamento passeggeri e autisti tramite