Volkswagen: così Blind Spot e Rear Traffic Alert rendono la guida più sicura [VIDEO]

Gli Adas che estendono la visibilità attorno all'auto

Volkswagen: così Blind Spot e Rear Traffic Alert rendono la guida più sicura [VIDEO]

L’evoluzione dei sistemi di assistenza alla guida in casa Volkswagen è continua. Il costruttore tedesco arricchisce le sue vetture di tecnologie sempre più avanzate e precise, in grado di aumentare in maniera significativa la sicurezza e la serenità quando si è al volante di una Volkswagen.

Un esempio di ciò ci viene illustrato in maniera chiaro attraverso il video qui sotto nel quale Volkswagen spiega il funzionamento di due importanti Adas che caratterizzano i propri modelli: il Bind Spot Detection e il Rear Traffic Alert. Parliamo di due tecnologie che permettono alla vettura Volkswagen di “vedere” ciò che non può essere visto dall’occhio del conducente. 

Blind Spot Detection

Il Blind Spot è capace di monitorare l’angolo cieco, fornendo assistenza in fase di corsia, rendendo più sicura ogni manovra di questo tipo. Il dispositivo, grazie ai sensori radar che monitorano la zona retrostante dell’auto, attiva una luce lampeggiante nello specchietto retrovisore per informare il conducente qualora vengano rilevati potenziali rischi nel cambio di corsia. A questo avviso, in concomitanza con la presenza del Lane Assist, si aggiunge anche una leggera manovra automatica di controsterzo. 

Rear Traffic Alert

Altrettanto utile, soprattutto in condizioni di scarsa visibilità, è il Rear Traffic Alert, tecnologia che facilità le manovra di uscita dal parcheggio in retromarcia. Nel caso in cui il sistema rilevi la presenza di un ostacolo, il dispositivo invita il conducente a frenare emettendo una segnalazione acustica per uscire dal parcheggio a velocità ridotta e in sicurezza. Se il conducente non reagisce e c’è il rischio di collisione imminente, il Rear Traffic Alert allora aziona automaticamente il freno per ridurre la gravità dell’impatto con l’ostacolo. 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati