Alfa Romeo: Jean-Philippe Imparato è il nuovo CEO del Biscione

Lascia Peugeot alla cui guida subentra Linda Jackson

Alfa Romeo: Jean-Philippe Imparato è il nuovo CEO del Biscione

Jean-Philippe Imparato lascia l’incarico di CEO di Peugeot, assunto nel 2016, per diventare il Brand Chief Executive Officer di Alfa Romeo.

Il 54enne francese è pronto ad iniziare una nuova avventura professionale guidando il marchio del Biscione nella nuova era di Stellantis che è appena partita. Toccherà dunque allo stimato dirigente transalpino, che tanto bene ha fatto in questi cinque anni al timone di Peugeot, far crescere e rafforzare Alfa Romeo nei prossimi anni. Imparato erediterà un marchio che al momento ha una gamma striminzita in termini numerici, con Giulia e Stelvio, ma pronta ad ampliarsi nei prossimi mesi con i lanci di due nuovi modelli, Tonale e Brennero

Imparato sostituito da Linda Jackson a capo di Peugeot

Alla guida del brand di Arese Imparato succede a Timothy Kukiskis, dirigente americano a capo, oltre che di Dodge, anche di Alfa Romeo dal 2018. In questo giro di poltrone che ha portato alla definizione del nuovo “Top Executive Team” di Stellantis, al posto di Imparato a capo del brand Peugeot subentra Linda Jackson, con esperienza pluriennale in ruoli di vertice del Groupe PSA, ultima quella che l’ha vista per sei anni, dal 2014 al 2020, ricoprire l’incarico di amministratore delegato di Citroen. 

Al timone di Citroen arriva Vincent Cobée

Nonostante a fine 2019 fosse stato annunciato che Jackson si sarebbe occupate di altre cose all’interno di PSA, la nascita di Stellantis porta la dirigente britannica di 61 anni a capo di un altro marchio, Peugeot dopo Citroen. L’eredità di Jackson alla guida del brand Citroen, rilevata lo scorso anno, viene confermata nelle mani di Vincent Cobée, ex responsabile della produzione di Mitsubishi. 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati