Audi e-Quattro: interpretazione moderna della storica Audi quattro del 1980 [RENDER]

Coupé due porte con alettone posteriore e motore elettrico

Audi e-Quattro: interpretazione moderna della storica Audi quattro del 1980 [RENDER]

Rispolverare la memoria dell’automobilismo andando a ripescare delle iconiche vetture del passato e modelli che hanno fatto la storia dell’auto immergendoli nella modernità stilistica è un esercizio sempre affascinante, nel quale numerosi designer decidono di avventurarsi. È questo il caso di Mirko del Prete con il suo nuovo render che vi proponiamo in queste immagini.

Ritorno al 1980 quando debuttò l’Audi quattro 

Il progetto grafico fa rivivere, oltre 40 anni dopo il suo debutto, uno dei modelli più significativi della storia di Audi, la mitica Audi quattro che si presentò per la prima volta sulla scena automobilista nel 1980, rimanendo in produzione fino al 1991. L’Audi quattro era una coupé dalle forme squadrate e dalle linee marcatamente angolari, tratti tipici dell’impianto stilistico che apparteneva a molte vetture a cavallo tra gli anni ’70 e ’80. Tuttavia la popolarità dell’Audi quattro, come suggerisce il nome, si deve al fatto che fu la prima auto di grande serie in Europa ad adottare il sistema di trazione su tutte e quattro le ruote

Audi e-quattro: design attualizzato e motore 100% elettrico

A distanza di oltre quattro decenni, quel design distintivo e riconoscibile dell’Audi quattro viene reinterpretato in chiave moderna e contemporanea in una coupé che, poggiando sui tratti tipici del modello originale anni ’80, propone un design in linea con gli attuali stilemi, smussando un po’ gli angoli della carrozzeria e adottando uno stile che si lega maggiormente al design dei modelli di oggi della Casa di Ingolstadt. Per questa moderna versione della Audi quattro l’autore del render ha scelto il nome di e-quattro, come chiaro riferimento alla motorizzazione completamente elettrica ipotizzata per questa coupé due porte dall’aspetto grintoso e sportivo, che conserva alcuni elementi dell’originale Audi quattro come nel caso del vistoso alettone posteriore. 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati