Audi e-tron 2021: si aggiorna l’infotainment ed è più connessa

Viene anche introdotto il segnalatore acustico AVAS

Audi e-tron 2021: si aggiorna l’infotainment ed è più connessa

La gamma Audi e-tron si aggiorna ed introduce il MY 2021. Non ci sono novità dal punto di vista estetico e tecnico, sul primo SUV elettrico della casa dei quattro anelli, ma è la tecnologia la protagonista di questo aggiornamento. Debuttano il nuovo sistema di infotainment MIB 3 ed il segnalatore acustico adattivo dei movimenti della vettura ed aumentano i servizi Audi connect.

Il nuovo sistema MIB 3

Partiamo dal nuovo sistema MIB 3, con una potenza superiore di calcolo ed una velocità più elevata nell’esecuzione dei comandi, rispetto alla precedente MIB 2+. Il comando vocale, in grado di riconoscere le espressioni di uso comune, risponde alle domande non solo sulla base delle informazioni presenti a bordo, ma anche sfruttando le conoscenze nel cloud.

L’aggiornamento delle mappe avviene ora mensilmente, anziché ogni 3 mesi, ed il pianificatore degli itinerarie e-tron trip planner, consente di verificare istantaneamente, sia mediante l’app sia attraverso l’MMI, quante ricariche siano necessarie per raggiungere una determinata destinazione, aggiornando costantemente la situazione sulla base del traffico e dello stile di guida.

Con il model year 2021, l’aggiornamento dei nuovi punti di ricarica avviene on line e in tempo reale. Si rafforza così l’integrazione con il servizio di ricarica e-tron Charging Service che propone ai Clienti un accesso semplificato a circa 150.000 stazioni in 24 Paesi europei, di cui 8.800 in Italia. Ed entro la fine del 2020, saranno presenti in Europa oltre 400 stazioni High-Power Charging.

Il sistema per segnalare i movimenti della vettura

Audi e-tron e Audi e-tron Sportback MY21 si avvalgono dell’avvisatore acustico (AVAS) che segnala i movimenti della vettura mediante un impulso sonoro adattivo, differente per qualità e intensità in funzione tanto della marcia avanti o della retromarcia quanto della velocità e dell’accelerazione della vettura. Il segnale è attivo sino a 50 km/h (6 km/h in retro) e va progressivamente attenuandosi all’avvicinarsi di tale soglia. Questo segnalatore diventerà obbligatorio su tutti i modelli a zero emissioni entro la fine del 2021.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Il Premio Auto Europa spegne le prime 35 candeline

Audi 80, Alfa Romeo 156 e Citroën XM si sfideranno in un confronto
In collaborazione con Automotoclub Storico Italiano (ASI), l’Unione Italiana Giornalisti dell’Automotive (UIGA) ha scelto tre vetture, fra le 35 premiate