Audi lavora su una famigliare 100% elettrica

Con tecnologia da R8 e-tron

Audi - La risposta di Audi alla Tesla Model S dovrebbe offrire una autonomia elettrica complessiva di 450 chilometri e tutto il comfort per viaggiare in famiglia
Audi lavora su una famigliare 100% elettrica

Audi ha svelato che una nuova auto familiare elettrica con un’autonomia di 450 km è in fase di sviluppo. Il capo dello sviluppo tecnico, Prof. Dr. Ulrich Hackenberg, ha svelato che quel modello, descritto come diretto rivale della Tesla Model S, dovrebbe arrivare nel corso del 2017. Per il momento non sappiamo ancora se andrà ad aggiungersi all’attuale gamma dei modelli Audi già esistenti oppure se sarà un modello del tutto nuovo.

Un’auto del genere è in arrivo”, ha svelato Hackenberg ai nostri colleghi inglesi di Auto Express. “Sono riuscito a far ripartire il progetto R8 e-tron con la sua tecnologia insieme al team e siamo sulla retta via per raggiungere i 450 km. Diciamo che quella tecnologia servirà per i modelli futuri. L’auto è in fase di sviluppo e sarà disponibile a partire dal 2017, ma non sarà una sportiva.”

L’autonomia di 450 km è stata raggiunta da Audi grazie all’utilizzo di motori elettrici di nuova generazione e batterie che presentano una densità di potenza più alta. Il capo dello sviluppo delle motorizzazioni del gruppo VW, Dr. Heinz-Jakob Neusser, ha svelato che i motori elettrici sono cinque volte più efficienti rispetto ai motori attuali utilizzati in modelli quali le e-Golf.

Per il momento non sono disponibili ulteriori dettagli sulla familiare 100% elettrica, ma dovrebbe avere una carrozzeria da vera berlina per consentire uno spazio maggiore per il pacchetto batterie che si troverà al di sotto della scocca dell’auto in modo da non interferire con lo spazio degli occupanti.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati